A Cefalù va tutto bene… per l’estate non si può chiedere di più

Cosa si può volere di più da una città turistica come Cefalù? C’è tutto. Proprio tutto. Iniziamo dall’acqua che scorre dai rubinetti delle abitazioni. La settimana scorsa è stata dichiarata non potabile e adesso occorre portarla a casa con i bidoni di plastica. E’ un bel biglietto di presentazione per i turisti che vogliono venire a Cefalù.

Se si considera l’ambiente che circonda la città, per Cefalù non si può chiedere di meglio. E’ un panorama che nessuna altra località turistica possiede. La settimana scorsa un violento incendio ha distrutto terreni, abitazioni e campagne. La città di Ruggero si ritrova oggi avvolta da un nero di bruciato che mette tristezza ed angoscia. Le immagini delle fiamme hanno fatto il giro del mondo. E’ stata una pubblicità a costo zero che sicuramente attirerà tantissimi turisti.



Il lungomare, poi, luogo simbolo di una città turistica, da oltre un anno è sotto l’attenzione della Polizia di stato che vi ha operato diversi sequestri. Come non bastasse, sempre la settimana scorsa, vi è arrivato un incendio che ha distrutto un ristorante ed una discoteca. Anche in questo caso le fiamme hanno fatto il giro del mondo ed a costo zero hanno pubblicizzato la città come non mai. Tanti turisti, per esempio, ancora non si spiegano come possa accadere che in una città turistica le fiamme arrivino sul lungomare. Poco importa. Cosa si può chiedere di più per una città turistica?

Anche il Porto, per fare un altro esempio, è un luogo all’avanguardia dal punto di vista turistico. Chi vive dalle sue parti, da qualche tempo, lamenta la presenza di certa puzza che si alza dal depuratore. Un bel biglietto di presentazione, anche in questo caso, per i tanti turisti che ogni giorno sbarcano con i bus proprio nella zona portuale.

Cosa si può volere di più da una città turistica come Cefalù. C’è tutto, proprio tutto! A Cefalù va tutto bene… basta solo non vedere!