Premio Ruggiero II al prof. Vincenzo Abbate

Il Premio Ruggiero II, istituito a Cefalù nel 1999 nella ricorrenza dell’845° della morte del primo Re di Sicilia, giunge alla settima edizione mantenendo la motivazione originale: segnalare le personalità del territorio che si distinguono per la loro produzione culturale. La manifestazione si svolge il 3 agosto nella città famosa per la Cattedrale che ospita il mosaico del Cristo Pantocratore, capolavoro d’arte che si deve alla magnanimità di Ruggiero II e che, proprio quest’anno, ha ottenuto il riconoscimento Unesco.

A ricevere il Premio con pieno merito il Prof. Vincenzo Abbate, insigne studioso, già direttore della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis di via alloro, alla Kalsa, a Palermo; consulente e curatore di importanti mostre al Museo Mandralisca di Cefalù. Nel Museo di via Mandralisca ha anche ritrovato e portato alla luce il San Giovanni Battista, capolavoro nascosto del ‘500 di Giovanni Antonio Sogliani, arricchendo notevolmente la esposizione della collezione del Barone cefaludese che ha nel Ritratto di Ignoto di Antonello da Messina, l’opera più nota.

Il Premio Ruggiero annovera nel suo albo d’oro: Mons. Crispino Valenziano, Don Liborio Asciutto, il maestro Diego Cannizzaro, il prof. Alfredo Mario La Grua, l’archeologo Amedeo Tullio ed il prof.Tony Franco. Il prof. Abbate, di origini polizzane, verrà presentato dal prof. Piero Longo, scrittore e critico d’arte.

Il premio inserito nel programma dei festeggiamenti patronali del SS. Salvatore, per ricordare il legame di Cefalù con il re normanno che rifondò la città nell’XI secolo, organizzato dall’Associazione Cefalù Città di Ruggiero, con il patrocinio dell’amministrazione comunale, sarà celebrato mercoledì 3 agosto alle ore 18,30 presso il teatro Salvatore Cicero di Cefalù.