Erina e Vittoria al piano bar degli emigrati di piazza Garibaldi

Erina Lo Verde e Vittoria D’Angelo saranno le due cantanti ospiti del «3° piano bar per gli emigrati» che si terrà domenica 7 agosto a partire dalle ore 20,30 in piazza Garibaldi al Bar antica porta terra dei fratelli Calabrese.

Erina Lo Verde, una vita all’insegna del canto, la sua passione fin da bambina, muove i primi passi cantando con una band nel suo paese, Polizzi Generosa, per arrivare ad esibirsi su palcoscenici prestigiosi oltre l’Atlantico, a New York, ed in Italia, con la partecipazione al Festival di Napoli trasmesso su Rete quattro.



Vittoria D’Angelo ama la musica jazz e frequenta il corso di laurea in canto jazz presso il Conservatorio “S.Cecilia” di Roma. Fa parte della Burnogualá Ensemble e a luglio ha partecipato al Ravello jazz Festival. Diverse le esibizioni pubbliche con alcuni musicisti jazz come Melchiorre Russo, Riccardo Randisi ed Emanuele Urso ed il suo trio.

A presentare la manifestazione saranno Daniela Guercio e Roby D’Antoni.

La serata di domenica inizierà con la consegna dei diplomi di merito agli emigrati. Un modo per far conoscere i tanti concittadini che tengono alto il nome di Cefalù all’estero ma anche per ringraziarli e dimostrare loro l’affetto della città dove sono nati e cresciuti. Si andrà avanti con l’intervista a Danila Saja che ha scattato la foto di Cefalù 2016. In piazza sarà distribuita la cartolina ricordo della serata con l’immagine con la «Cefalù click 2016». Saranno quindi premiati Rosanna Genovese, Giuseppina Vitale e Francesco Gugliuzza per avere vinto il concorso di Cefalunews «tre idee per rialzare Cefalù». Rosanna Genovese ha ideato un Parco giochi galleggiante ed in finale ha ottenuto il 32% dei voti. L’idea mira a realizzare una cittadella dei giochi galleggiante. Al secondo posto l’idea di Giuseppina Vitale: che vuole creare linee di mezzi pubblici di carattere turistico per favorire piacevolmente gli spostamenti. Questa seconda idea ha ottenuto il 26% dei voti. Al terzo posto l’idea di Francesco Gugliuzza che propone di organizzare il festival dei talenti per dare a tutti gli artisti locali la possibilità di esibirsi giornalmente, da luglio a settembre, a Cefalù.

Nella stessa serata sarà consegnata la borsa di studio di trecento euro istituita dall’Associazione dei cefaludesi nel mondo per non dimenticare le persone che hanno fatto e fanno grande la città di Cefalù. Sono stati diciassette i partecipanti che hanno fatto avere un loro elaborato su un cefaludese che ha fatto grande la città. Tutti gli elaborati sono stati visionati da una giuria formata da cinquanta cefaludesi che vivono lontano da Cefalù. Il risultato delle votazioni si conoscerà nel corso della serata di domenica. Tutti i diciassette elaborati faranno parte del libro «Cefaludesi da non dimenticare».