Una grande serata di amicizia fra la Cefalù vicina e quella lontana

E’ stata una grande serata all’insegna dell’amicizia, fra i cefaludesi vicini e lontani, quella vissuta ieri sera, domenica, in piazza Garibaldi a Cefalù. La festa per gli emigrati cefaludesi è andata avanti fra canzoni, premiazioni, balli, ricordi e telefonate in diretta che sono arrivate da tutte le parti del mondo. A presentare la serata la brillante Daniela Guercio, che con rigore, cura e precisione ha saputo trasformare la piazza in un grande palcoscenico, e lo spumeggiante Roby D’Antoni che, da vero uomo di spettacolo, ha portato nella piazza allegria, brio e festosità. Ad animare la folla di persone arrivate per l’occasione la bella e potente voce di Erina Lo Verde che ha saputo raccontare palpiti, brividi e passioni del popolo siciliano e la splendida e deliziosa voce di Vittoria D’Angelo che ha narrato affetti ed emozioni di una sicilianità sempre presente. Ad accompagnare le due voci sono state le note di un pianoforte suonato con abilità, destrezza e tecnica dalla pianista Liana D’Angelo.<br><br>Per un sera piazza Garibaldi è stata al centro del mondo grazie ad una diretta video di Luca Macaluso andata in onda su cefalunews e, in parte, anche sul canale facebook del giornale telematico. A conferma di quanto fosse seguito, da tutte le parti del mondo, l’incontro di domenica sera sono arrivate tante telefonate da tutto il Pianeta ed in particolare dal Continenente americano. Telefonate, passate in diretta nella piazza, di giovani e meno giovani che vivono lontani da Cefalù ma che hanno voluto far sentire la loro voce per raccontare l’affetto che li lega alla città che li ha visti nascere e crescere.<br><br>La serata si è aperta con la consegna della borsa di studio «cefaludesi nel mondo» ai vincitori del concorso «cefaludesi da non dimenticare». La prima edizione della borsa di studio ha visto, alla fine, un ex aequo fra Ignazio La Martina che ha parlato nel suo elaborato del pasticcere Pietro Serio e Fabrizio Cullota che, invece, ha raccontato la vita di Giuseppe Garbo detto “Pippo”. Premiato anche l’elaborato su Maria Elisa Di Fatta di Doriana Portera grazie alla generosità di Antonino Brocato che ha offerto cento euro per impreziosire ancora di più la borsa di studio. Riconoscimenti in piazza sono andati a Rosanna Genovese, Giuseppina Vitale e Francesco Gugliuzza per avere vinto il concorso di Cefalunews «tre idee per rialzare Cefalù». In piazza anche Danila Saja che ha raccontato emozioni e segreti che si nascondono dietro la sua foto scelta, proprio dai cefaludesi nel mondo, quale «Cefalù click 2016». L’immagine, che è diventata la cartolina dell’anno, è andata a ruba in piazza e da tanti, soprattutto emigrati, è stata portata via quale ricordo della serata. <br><br>Assai significativa, e piena di tante emozioni, la consegna degli attestati di merito ai tantissimi emigrati che pur vivendo lontani dalla città dove sono nati e cresciuti tengono alto il nome di Cefalù nel loro ambiente di lavoro, fra gli amici e nelle comunità civiche nelle quali vivono e operano. La consegna degli attestati ha fatto commuovere tanti emigranti presenti ma anche parenti ed amici che vivono a Cefalù e che hanno ritirato per conto di alcuni assenti gli attestati. La foto ricordo scattata in Piazza con tutti gli emigrati a cui è andato il riconoscimento, da quest’anno, rappresenterà un forte momento simbolico della serata che sarà presto mandato nella rete per unire sempre di più vicini e lontani di Cefalù.<br><br>Una serata, quella di domenica, che si è potuta realizzare grazie alla disponibilità di Renato, Maurizio e Massimo Calabrese del «Bar Antica Porta Terra» che con gentilezza hanno messo a disposizione della festa il loro bar di piazza Garibaldi posto nel cuore del centro storico cefaludese. Un incontro, quello di domenica, che si è potuto avverare grazie all’instancabile animazione di Rosa Maria Aquia che ormai da tempo è diventata l’anima dell’associazione dei cefaludesi nel mondo ma soprattutto un’autentica promotrice dell’amicizia fra i cefaludesi vicini e lontani.

Lascia un commento