Cefalunews

Campofelice: si inaugura al Castello la mostra “Pietra di Sicilia”

Nell’ambito della terza rassegna Roccamaris Incontri d’estate al Castello, organizzata dalla Sede di SiciliAntica di Campofelice di Roccella, si inaugura sabato 13 Agosto 2016 alle 18,30 presso il Castello di Roccella, in Via dei Ventimiglia sul lungomare di Campofelice, la mostra “Pietra di Sicilia” a cura di Pietro Di Giovanni. Dopo i saluti di Domenica Barbera, Presidente della Sede di Campofelice di Roccella di SiciliAntica e di Michela Taravella, Assessore alla Cultura del Comune di Campofelice di Roccella, la mostra sarà presentata da Alfonso Lo Cascio, della Presidenza Regionale SiciliAntica. Con il patrocinio del Comune di Campofelice di Roccella l’esposizione resterà aperta fino a giorno 1 settembre.
Il tufo calcareo dal caratteristico color ocra è un materiale assai diffuso nella Sicilia occidentale, prezioso elemento noto per il suo largo impiego nell’architettura e nelle opere d’arte. Emblema in questo senso sono diventate le ineguagliabili ville di Bagheria, ammirate per il loro gusto barocco. L’artista termitano Pietro Di Giovanni da anni scolpisce la pietra e in particolare il tufo, materiale rugoso ma dalla calda tonalità. Un sapiente impiego delle mani che con una grande esperienza artigiana plasmano la duttile materia per dare vita a forme e oggetti, nate da una attenta mediazione e confronto con la sua esperienza quotidiana. Opere che attraverso una paziente lavoro per sottrazione diventano espressione intima e spirituale del suo originale percorso artistico e umano.


Related posts

“XVIII Sagra del Caciocavallo” a San Mauro: numerose presenze turistiche

Nino Daino

Arriva un milione di euro per l’area mista artigianale – industriale Madonnuzza

Redazione

Castelbuono: telescopi al Museo

Redazione

Ente Parco delle Madonie: protocollo di intesa con Camminiamo Insieme.

Redazione

Ente Parco delle Madonie e Club Alpino Italiano in sinergia per migliorare la rete sentieristica.

Redazione

Parco delle Madonie: si insedia la commissione dell’Ordine regionale dei Geologi

Redazione