A Cefalù arrivano due varchi elettronici ma hanno confuso i residenti

I varchi elettronici hanno portato confusione fra i cefaludesi. A causarla una non adeguata campagna di informazione. Lo sostiene, in una interrogazione depositata oggi, il consigliere comunale Giovanni Iuppa.
Il consigliere di controvento fa notare che a luglio sono stati installati i due varchi elettonici a piazza Garibaldi e via Porta Giudecca. L’installazione di questi varchi con dicitura sul pannello informativo “Varco attivo” ha causato e causa tutt’ora nei residenti che si trovano di fronte ad una novità che non è stata accompagnata da una adeguata campagna di informazione, un notevole disagio e non poca confusione. «A detta del Sindaco – scrive nella sua interrogazione Iuppa – i varchi attualmente non sono attivi ma in pre-esercizio per 30 giorni eche si attende l’installazione di un terzo varco elettronico in piazza Diaz entro fine anno». Iuppa ritiene auspicabile costituire un presidio, nella vicinanza dei varchi, di agenti di Polizia Municipale e/o personale volontario che coadiuva nel periodo estivo gli agenti per poter gestire i veicoli a ridosso dei varchi elettronici ed evitare che la “rotatoria” di via Porta Giudecca venga occupata congestionando ulteriormente il già caotico traffico veicolare. «L’installazione del varco elettronico in piazza Diaz – continua Iuppa – appare di scarsa utilità avendone già installato uno in piazza Garibaldi (potrebbe continuare a presidiarsi tramite agenti di Polizia Municipale come avviene da anni)». Il consigliere di Controvento chiede invece l’installazione di un varco in via Bagni Cicerone per arginare il malcostume dell’imbocco in senso vietato della predetta via da parte di ciclomotori e motocicli che invadono il centro storico a tutte le ore del giorno e della notte. Sempre Iuppa chiede «un passaggio in Consiglio comunale per redigere il regolamento di utilizzo di detti varchi elettronici per adottare le opportune regole di concerto con i rappresentanti dei cittadini».
Nella sua interrogazione il consigliere di Controvento chiede all’amministrazione comunale «se vorrà far presidiare i varchi elettronici da agenti di Polizia Municipale fino alla messa a regime degli stessi e come si potranno raggiungere gli stalli di sosta per residenti presenti oltre il varco elettronico di via Porta Giudecca (via Porta Giudecca, via Candeloro e via Porpora)». Chiede anche se si vorrà prendere in considerazione l’installazione del terzo varco elettronico previsto in via Bagni Cicerone invece che in piazza Diaz. Ed infine chiede anche se «è previsto il coinvolgimento del Consiglio comunale per la redazione del regolamento di utilizzo dei varchi elettronici».

Lascia un commento