Cefalù: una signora cade per un tombino fuori posto e chiede 25mila euro

Comune di Cefalù citato davanti al Tribunale di Termini Imerese da una signora, domiciliata a Palermo, che chiede un risarcimento danni per 25mila euro, oltre interessi, rivalutazione monetaria e spese di lite. La storia ha inizio il 25 luglio del 2013 quando, secondo il racconto della signora, sulla via Roma un tombino posto a dislivello rispetto all’altezza del marciapiede le avrebbe causato un sinistro. L’udienza di comparizione delle parti, davanti all’Autorità giudiziaria, è stata fissata per il prossimo 27 settembre. Il Comune di Cefalù ha invitato la Fondiaria Sai ad istruire ed eventualmente definire il sinistro e a voler assumere la gestione della vertenza. Al suo legale di fiducia il Comune di Cefalù ha dato l’incarico di rappresentare e difenderlo nella controversia.

Svelata l’identità di Matteo Geraci, cassiere della “Società del Carnovale” (2a metà del XIX secolo)

L’originaria “Società del Carnovale” di Termini Imerese la cui presenza nella cittadina è ben documentata sin dalla...

Università eCampus a Cefalù: ecco perchè conviene

Una volta superato lo scoglio della maturità, ogni studente si pone una domanda fondamentale: “Cosa farò nella...

Petralia Sottana piange il giovane Calogero Licata

Petralia Sottana piange il giovane Calogero Licata morto domenica pomeriggio nel terribile incidente autostradale nei pressi di...

Donna si lancia dalla finestra per sfuggire al suo aggressore

 Si lancia dalla finestra per fuggire ad un uomo che la minaccia con un coltello. Protagonista della...

In due denunciati per maltrattamento di animali

I militari della compagnia Carabinieri di Petralia Sottana, coadiuvati dal personale del locale servizio veterinario, su richiesta...