Una festa del mare all’insegna del buon cibo e della buona musica

Far diventare la Festa del Mare un evento importante per Cefalù e realizzarla in piazza Cristoforo Colombo quale luogo ideale che consente di unire alla degustazione anche i momenti di intrattenimento. E’ il progetto dell’Associazione musicale «Santa Cecilia» che sabato e domenica scorso ha organizzato la terza edizione di questa festa. Per fare un bilancio sulla manifestazione abbiamo intervistato il presidente Cinzia Matassa.

Un bilancio sulla Festa del Mare arrivata quest’anno alla sua terza edizione.
Siamo pienamente soddisfatti del successo di questa terza terza edizione della Festa del Mare. Tantissimi turisti sono venuti a pranzare e cenare con noi sia sabato 20 che domenica 21 agosto nell’accogliente Piazza Cristoforo Colombo, che si affaccia sul nostro bellissimo mare. Il menù che abbiamo proposto naturalmente è stato a base di pesce e prevedeva penne alla barcaiola, fritto misto, patatine fritte, vino e birra. Anche quest’anno dobbiamo ringraziare l’Hotel Kalura che ha preparato per noi il sugo per la pasta.

Presso gli stand che avete allestito sono arrivati tanti turisti. Che giudizio esprimevano sulla manifestazione?
Abbiamo avuto un’affluenza davvero alta di turisti, soprattutto famiglie e molti ragazzi francesi e spagnoli. Tanti si sono complimentati per la qualità del cibo proposto, per come è stato cucinato e per la gentilezza e cortesia di tutti noi. Naturalmente qualche critica negativa c’è stata e di quelle costruttive faremo sicuramente tesoro per rendere la prossima edizione sempre migliore.

Qual è stato il momento più bello di questa terza Festa del Mare?
Non c’è stato un momento particolare. Sono stati giorni di intenso lavoro, di fatica non indifferente ma anche di risate e divertimento, perché tutti abbiamo collaborato con entusiasmo alla riuscita della nostra manifestazione. Certamente la soddisfazione negli occhi dei più piccoli dei nostri soci nel riuscire a dare una mano ci ha dato ancora più carica, così come l’entusiasmo dei loro genitori, che voglio ringraziare davvero di cuore. Un grazie comunque va a tutti gli amici che hanno collaborato con noi e all’Amministrazione Comunale, che ha patrocinato la manifestazione. Ad impreziosire le due serate poi hanno contribuito notevolmente sia la voce e la grinta di Domenico Ilardo, che ha intrattenuto e animato la piazza sabato 21, sia la raffinata voce di Antonella Caruso & the Players, che sono stati con noi domenica sera. Domenica pomeriggio anche quest’anno gli amici della banda musicale di Nicolosi (CT) hanno voluto esserci con le loro note e anche a loro va il nostro grazie.

Cosa rappresenta per la Santa Cecilia organizzare questa festa?
La Festa del Mare è attualmente per noi un modo per poter raccogliere i fondi che ci servono per portare avanti le attività che annualmente programmiamo. Siamo un’ associazione culturale e musicale che opera sul territorio da più di trent’anni: a noi piace fare musica, esibirci in concerto, sfilare per le strade con la nostra banda, ma dobbiamo fare i conti anche con i costi di gestione dell’associazione. La Festa del Mare ci ha consentito in questi tre anni di lavorare più serenamente e poi ci ha dato un’ulteriore possibilità di vivere momenti aggregativi e di consolidare lo spirito associazionistico. Tante associazioni come la nostra sopravvivono alla stessa maniera e ne abbiamo fatto esperienza diretta durante i gemellaggi che negli anni ci hanno portato in giro per l’Italia. In definitiva, raccogliamo fondi per la nostra attività musicale e nello stesso tempo organizziamo una manifestazione che valorizza il nostro essere città di mare, anche se cuciniamo frittura di calamari e seppie e non di alici e capone. Vogliamo comunque fare diventare la Festa del Mare un evento importante per Cefalù e con impegno, anno dopo anno, ci riusciremo. Piazza Cristoforo Colombo per la nostra Festa è il luogo ideale sia per motivi logistici che per i suoi spazi che danno la possibilità di unire alla degustazione anche momenti di intrattenimento. Su questi ultimi lavoreremo sempre di più perché il connubio cibo/arte possa esprimersi al meglio anche attraverso la nostra Festa del Mare.

Progetti per il futuro?
Per la Festa del Mare l’appuntamento è per agosto 2017, per quanto riguarda la Santa Cecilia abbiamo tanti progetti da realizzare e tanta voglia di lavorare. Intanto nella seconda metà di settembre si riapriranno i corsi della nostra scuola musicale e nel mese di ottobre abbiamo già in programma i “Week-end dello strumento”, delle giornate di studio e approfondimento per chi suona il clarinetto, il flauto, il sax, la tromba e le percussioni.

 

Lascia un commento