Verso il voto di settembre: riflessione di un consigliere

In data 10 agosto 2016, i Consiglieri comunali hanno ricevuto, una mail della Presidenza del Consiglio comunale, con allegato il decreto n 18 del 13 luglio 2016 della Città Metropolitana di Palermo con cui vengono indetti i comizi elettorali per la elezione del Consiglio della Città Metropolitana di Palermo della quale Cefalù fa, ovviamente, parte. Sono elettori ed eleggibili, nel suddetto Consiglio, i Sindaci ed i Consiglieri comunali in carica dei comuni dell’area metropolitana, con un voto ponderato sulla base di un indice che viene determinato in virtù della fascia demografica del comune in cui il Sindaco o il Consigliere sono in carica.
Le liste concorrenti dovranno essere presentate entro il 5 settembre e le operazioni di voto si svolgeranno domenica 25 settembre 2016. Ritengo che, a prescindere dal fatto che tale notizia ognuno avrebbe potuto apprenderla dalla consultazione dell’Albo comunale dove dovrebbe essere pubblicata, debba essere reso noto – nella forma più ampia possibile – la circostanza secondo cui si stia procedendo, in ossequio alle norme in materia, alla elezione di un organo sovracomunale dove, con ogni probabilità, Cefalù avrà dei suoi rappresentanti. Personalmente non ho velleità di candidatura nel superiore senso. Tuttavia, non mi risulta, in ogni caso, che siano state indette delle riunioni (o forse non vi sono stato invitato io) per discutere possibili candidati locali o possibili candidati di altri comuni da appoggiare.
Un dato è certo, la rappresentanza extra moenia di Cefalù non può essere, a mio modesto avviso, frutto delle contrapposizioni politiche ma dovrebbe vederci tutti uniti verso l’esterno, per un esclusivo obiettivo che, come sempre ricorda l’ottimo Consigliere Barranco nei suoi interventi, è “il bene della città”. Il Consigliere comunale del Movimento cittadino Controvento – Aria di Cambiamento Giovanni Iuppa