A rischio chiusura l’Ospedale Giglio: 500 posti di lavoro in pericolo

A rischio chiusura l’ospedale Giglio di Cefalù. Il progetto dell’assessorato regionale alla salute, che andrebbe a declassare l’ospedale cefaludese ad un nosocomio zonale, pare preveda anche la soppressione di alcune discipline. Un problema serio questo se si considera che il nosocomio cefaludese è una struttura privata che deve la sua vita solo agli introiti delle prestazioni sanitarie che porta avanti al suo interno. Dalla regione, infatti, non percepisce i finanziamenti che, invece, ottengono le strutture sanitarie pubbliche. La chiusura di alcune discipline mediche, quindi, e l’impossibilità di effettuare le attuali prestazioni sanitarie porterebbero alla chiusura dell’ospedale. Non avendo, infatti, gli introiti necessari per la sua sussistenza il nosocomio non potrebbe portare avanti nemmeno le altre prestazioni sanitarie. A rischio sarebbero circa cinquecento posti di lavoro.