Sull’ospedale un comunicato del partito democratico

Abbiamo ricevuto e pubblichiamo un comunicato del partito democratico di Cefalù su quanto accade all’ospedale Giglio

È con profonda disapprovazione che apprendiamo le notizie relative ai tagli previsti dal Piano sanitario regionale a carico della Fondazione Giglio di Cefalù. Disapprovazione che ho manifestato duramente in una lettera al Segretario provinciale del PD e, per suo tramite, ai Dirigenti regionali del partito. L’illogicità e la gravità di tali provvedimenti è non solo lesiva del diritto alla salute dei cittadini, gravemente minacciato, e del lavoro del personale sanitario attualmente occupato, ma profondamente in contrasto con le finalità per cui è sorta la Fondazione Giglio sulle ceneri della fallita sperimentazione con il San Raffaele. Finalità e rilancio gestionale della struttura che trova il suo punto di forza proprio nel finanziamento pubblico e nell’ampia offerta sanitaria ad alto profilo di specializzazione, che fa del Giglio di Cefalù non un ospedale zonale ma un centro di primo livello a vocazione anche extraterritoriale. Non si comprende con quale logica politica la Regione, che di fatto ha scelto di investire sul rilancio della  struttura di Cefalù, oggi la vuole così pesantemente ridimensionare. Non abbiamo alcun imbarazzo a sostenere che consideriamo scellerate tali scelte e siamo pronti a sostenere tutte le iniziative che verranno messe in atto per correggere misure profondamente sbagliate che non condividiamo assolutamente.

Partito Democratico Cefalù. Daniele Tumminello

1 COMMENT

  1. Per non dimenticare
    Quando inizio l’avventura della Fondazione Giglio San Raffaele, si tennero diversi incontri, promossi sia dai partiti che dai Sindaci in carica. Quante discussioni, quante accuse, quante illazioni. In questi ultimi 4 anni perché nessuno a sentito l’esigenza di incontrarci? comunicare, informare. Forse, perché oggi chi siede nel CDA della fondazione Giglio ha raggiunto i suoi obiettivi. Ora faccio tutto io!!! Oggi i risultati sono sotto gli occhi di tutto. I Sindaci e la Politica a svenduto il nostro Ospedale.

Lascia un commento