Storia in foto della Gioielleria Cerami

Pasquale Cerami ha iniziato smontando sveglie e orologi per poi provare a rimontarli rimettendo ogni minuscolo pezzo al suo posto. Lo aveva visto fare a suo padre Totò, e, proprio nel suo salone, in piazza Duomo, a soli dodici anni, comincia a dilettarsi “per mestiere” nell’arte orologiaia. Totò, a sua volta, tra un taglio di capelli e una rasatura, aveva imparato guardando un soldato (orologiaio) americano da lui ospitato a lavorare nel suo salone durante la guerra. Finita la guerra, ripartito il soldato, il mestiere era ormai appreso e pronto ad essere tramandato! Nel 1960 Pasquale frequenta un corso di arte orafa a Palermo e nel 1966, domenica 17 aprile, inaugura la sua attività sul Corso Ruggero. Pasquale Cerami ha iniziato smontando sveglie e orologi per poi provare a rimontarli rimettendo ogni minuscolo pezzo al suo posto. Lo aveva visto fare a suo padre Totò nel suo salone di piazza Duomo. Dopo alcuni anni il salone di piazza Duomo di Totò Cerami si trasferisce due porte a destra. Nel 1960 Pasquale frequenta un corso di arte orafa a Palermo e nel 1966, domenica 17 aprile, inaugura la sua attività sul Corso Ruggero. Nel suo negozio di corso Ruggero Pasquale verrà coadiuvato dal fratello Giuseppe, col quale si costituisce la società “Fratelli Cerami”. 2000: Viene inaugurato il reparto “Liste Nozze” ai piani superiori. Il 16 aprile 2016 si festeggia il 50° anniversario.