Per due giorni il volto di una Cefalù giovane, dinamica ed accogliente

E’ stato valorizzato il territorio ma anche i prodotti locali e siciliani di qualità. Per due giorni a Cefalù si è respirato il volto giovane di una città dinamica ed accogliente. Le strade sono state invase dall’amicizia, le piazze abitate dall’ottimismo, i vicoli popolati dalla fiducia. La seconda edizione dello «Street Food Festival» ha mostrato il volto di una Cefalù in festa che si diverte e fa divertire. Ha fatto toccare con mano il volto di una città giovane che apre le sue porte alle novità con coraggio e fiducia. Simone Lazzara che ha ideato, e crede sempre di più in questa manifestazione, mostra il viso di chi ha idee, di chi a Cefalù fa vincere la fiducia alla sfiducia, l’ottimismo al pessimismo, l’organizzazione all’improvvisazione. Fiducia, ottimismo e organizzazione sono i tre ingredienti che fanno dello «Street Food Festival» un momento di dialogo culturale e sociale in una città, Cefalù, che vuole essere grande per il clima di amicizia che offre, l’aria di collaborazione che espone, l’atmosfera di affetto che presenta, l’ambiente di affiatamento che propone, il contesto di gentilezza che dona. Sabato e domenica la città di Cefalù ha trasmesso solidarietà, ha saputo distribuire partecipazione, ha celebrato il lavoro e i prodotti della fatica umana, ha investito nella collaborazione, piantanto nel solco dell’affiatamento. In una parola Cefalù ha saputo promuovere il volto di quella città turistica che sa essere ambiente accogliente per chi vi abita e per chi vi arriva quale ospite. Finalmente nella città riedificata da Ruggero si è respirata davvero l’aria della città amica dove si collabora e si partecipa. L’aria accogliente di una popolazione rispettata che rispetta, di tanti ospiti che arrivano e che mostrano il viso sorridente dello stare bene. Grazie Simone.