Storia della Ntinna: Santo Provenza sulla scia del fratello Cesare

Santo Provenza inizia la sua attività di ntinnaro nel 1996 dopo la morte del fratello Cesare. Proprio in memoria del fratello continua a far divertire gli spettatori della Ntinna con i suoi travestimenti. Tra i più famosi dei travestimenti quello che con abiti di Sandocan “la tigre della Malesia” che gli farà attribuire il sopranome di “Santokan”. Continunando la tradizione del fratello anche Santo sale sul palo della Ntinna con diversi abiti e truccandosi a tema. Dal 2011 non partecipa più alla Ntinna lasciando il posto al giovanissimo figlio Giuseppe.