Sicilia: in aumento presenze nei musei ma nessun dato per il museo Mandralisca

Visitatori e incassi in aumento nei musei e nei siti archeologici siciliani nel primo semestre del 2016. A diffondere il è l’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’identità siciliana. In generale rispetto al periodo gennaio – giugno 2015, i turisti sono aumentati del 10,5%, passando da un milione e ottocentomila a poco più di due milioni. Un incremento non da poco, che si deve in parte alla crescita degli ingressi gratuiti degli studenti in gita scolastica. Ancor più considerevole è il dato sugli incassi, che salgono del 15%. Da otto milioni e mezzo di euro si è passati a quasi dieci milioni.

Quattordici i siti di interesse dei quali vengono diffusi i dati sulle affluenze dei visitatori. In questo elenco, però, non c’è il Museo Mandralisca per il quale ormai da tempo non si conoscono più con periodicità i dati sugli ingressi e sugli incassi mensili dovuti alle presenze dei visitatori. 

A livello siciliano a fare la parte del leone, secondo il dati dell’assessorato regionale, è il Teatro antico di Taormina. E’ il sito più visitato in Sicilia con 335 mila visitatori e due milioni e mezzo di euro di incassi. Rispetto all’anno scorso, i guadagni sono aumentati di circa cinquecentomila euro. Un incremento analogo si è registrato alla Valle dei Templi. Il parco archeologico agrigentino occupa il secondo posto in classifica, con 288 mila presenze, 80 mila in più dell’anno scorso, e quasi due milioni di euro alla voce guadagni. Al terzo posto c’è la Neapolis di Siracusa, che ha venduto biglietti per un milione e 700 mila euro facendo segnare una lieve crescita nelle presenze (+19 mila).

Nella provincia di Palermo le cose non vanno molto bene. In tutto, infatti, nei quattordici siti regitrati si sono incassati 717 mila euro in totale. Meno della metà della siragusana Neapolis. Il sito del palermitano che ha fatto registrare il maggiore incasso è stato il Chiostro di S. Maria La Nuova di Monreale con 388 mila euro. A seguire il Chiostro di S. Giovanni degli Eremiti di Palermo con 124 mila euro di incassi. Al Terzo posto il Castello della Zisa con 67 mila euro di introiti.