Zagarolo chiama Cefalù: cefaludesi da non dimenticare con una borsa di studio

Da Giorgia Arcuri arriva il grazie a William Agnello che adottando l’iniziativa «cefaludesi da non dimenticare» le ha consegnato una borsa di studio di cento euro. «Vorrei ringraziare il dottore Agnello – commenta Giorgia Arcuri – perché innamorato della nostra bella cittadina, ha voluto adottare l’iniziativa assegnandomi una borsa di studio per il mio elaborato che, il caso ha voluto, trattasse proprio di uno dei medici che è stato orgoglio e vanto di Cefalù». A Giorgia abbiamo chiesto di raccontarci perché ha deciso di scrivere proprio sul medico cefaludese. «Ho presentato un elaborato su Giuseppe Giglio, grande ostetrico e ginecologo cefaludese, che ho scelto, tra le tante personalità che hanno portato lustro alla nostra amata cittadina, per la sua attualità e per il suo modo di intendere la professione medica; tant’è che ha attirato particolarmente la mia attenzione la frase che era solito ripetere a tutti: la professione per me è sempre stata un sacerdozio, volendo sottolineare lo spirito che dovrebbe pervadere coloro i quali si dedicano alla professione medica».

A colpire Giorgia, del grande medico cefaludese, è stato il fatto che egli, già negli anni venti, guardando lontano nel tempo, si fosse occupato di questioni riguardanti l’avvenire turistico di Cefalù. «Ho ritenuto molto commovente il suo attaccamento alla nostra Cefalù, che ha dimostrato sino alla fine dei suoi giorni, – continua Giorgia Arcuri – donandole il suo palazzo nella attuale via Aldo Moro perché diventasse un ospedale pubblico, istituendo una borsa di studio per i medici cefaludesi e donando alla Fondazione Mandralisca tantissimi testi scientifici».

William Agnello vive a Zagarolo, una cittadina di circa 20.000 persone a pochi passi da Roma. Da undici anni si è perfettamente integrato nella comunità dove è felicemente sposato e dove ha il suo studio dentistico. Proprio per la comunità di Zagarolo è così diventato il loro dentista di famiglia. «Questa fiducia – commenta – mi responsabilizza e mi sprona a fare sempre di più e meglio».

Quanti vogliono adottare l’iniziativa «cefaludesi da non dimenticare», e consegnare una borsa di studio ad uno dei partecipanti, possono contattare la redazione di cefalunews.