Al ‘’Barbera’’, decide una rete di Dani Alves al 4’ della ripresa

La Juventus si aggiudica il primo anticipo della sesta giornata contro il Palermo. Al ‘’Barbera’’, decide una rete di Dani Alves al 4’ della ripresa ma la prestazione dei rosanero è più che positiva.
De Zerbi sceglie nuovamente il 3-4-2-1 cambiando qualche interprete rispetto al match di mercoledì contro l’Atalanta. In porta c’è Posavec, mentre in difesa agiscono Cionek, Gonzalez e Goldaniga. A centrocampo, Rispoli, Gazzi, Jajalo e Aleesami. In avanti, a supporto di Balogh, ci sono Diamanti e Chochev.
L’avvio del match è abbastanza nervoso, con Bonucci, Goldaniga e Mandzukic ammoniti in appena 9’ di gioco. Il Palermo comunque inizia bene la partita con un pressing alto a cospetto della forza fisica bianconera. Al 12’, colpo di testa di Khedira che termina alto sopra la traversa. Il pubblico del ‘’Barbera’’ però si diverte, i rosanero giocano palla a terra e fanno correre parecchio gli avversari creando anche i presupposti per gli uno contro uno. Posavec è attento al 23’, quando esce in presa bassa su Higuain. Nei minuti successivi, ammoniti anche Gonzalez e D. Alves per un bodycheck su Diamanti. Al 33’, tra gli applausi dei tifosi, splendida parata di Posavec sul destro a giro di Lemina tutto solo davanti al croato. Poi Gonzalez alza in calcio d’angolo. Il primo tempo termina così, De Zerbi è soddisfatto come tutti i tifosi rosanero.
Il secondo tempo non inizia sotto i migliori auspici. Al 4’, destro da fuori area di D. Alves con Goldaniga che in maniera fortuita devia il pallone spiazzando Posavec. Juventus in vantaggio. La reazione rosanero comunque non tarda ad arrivare, la squadra di De Zerbi non si spezza. Anzi. Il pressing portato da Rispoli e compagni è alto, la Juventus non riesce ad affondare. Al 22’, bel gesto di Mandzukic che al volo di sinistro Posavec. Quattro minuti dopo, il duello si ripete tra i due connazionali ma ha la meglio ancora il portiere rosanero. Intanto, due cambi a testa con Cuadrado e Asamoah nella Juve per Rugani e Pjanic. Nel Palermo, invece, dentro Nestorovski e B. Henrique per Balogh e Jajalo.
Il Palermo spinge sull’acceleratore sostenuto anche dai tifosi. Prima un cross di Aleesami impensierisce Alex Sandro, poi Nestorovski ci prova al volo su assist di Gazzi non trovando però la porta. Nel finale, dentro anche Hiljemark per Chochev e Chiellini per D.Alves. I bianconeri terminano in dieci per l’infortunio di Asamoah. Il forcing finale non porta al pareggio del Palermo, spinto dai quasi 30.000 presenti al ‘’Barbera’’. Una prestazione che comunque è positiva e lascia ben sperare per il futuro.