E anche gli Artigianelli si apprestano a lasciare fra qualche anno Cefalù

Anche gli Artigianelli si apprestano a lasciare Cefalù. Date certe su quando i padri Giuseppini del Murialdo lasceranno la città non ve ne sono. A far pensare, però, che fra qualche anno potrebbero anche loro lasciare Cefalù sono le trattative in corso per vendere alcune strutture adiacenti all’Istituto. In particolare si starebbero per alienare alcune strutture sportive all’aperto all’interno delle quali tante generazioni di cefaludesi hanno giocato, si sono divertiti e sono cresciuti all’ombra di valori quali l’amicizia, la solidarietà e la sincerità. Pare che su queste aree che oggi servono per il divertimento di ragazzi e giovani presto potrebbero sorgere palazzi ed abitazioni. Al momento su tutta l’operazione regna il massimo silenzio un po’ come accade su tante delle cose che stanno accadendo a Cefalù. Un infuocato consiglio pastorale parrocchiale si è tenuto qualche giorno ed ha affrontato anche quest’argomento.

L’anno scorso i padri Giuseppini del Murialdo hanno chiuso L’Engim grazie al quale per oltre mezzo secolo hanno formato e ospitato migliaia di giovani nel settore elettrico, elettronico, elettromeccanico, meccanico e informatico. Il loro progetto educativo con i giovani del circondario, infatti, era iniziato nel lontano 17 novembre 1955 quando accoglievano ed ospitavano nel loro convitto i primi due orfani. Da quel momento all’interno dell’Istituto sono stati ospitati convittori provenienti dall’entroterra madonita e nebroidea e altre realtà esterne.



La realtà degli Artigianelli oggi ha al suo interno la Parrocchia “SS. Salvatore alla Torre” e le organizzazioni e le realtà associative e parrocchiali ad essa collegate. L’Oratorio Murialdo che ospita numerosi giovani di qualunque età ed organizza numerose manifestazioni, raduni, attività culturali, sociali, ricreative a carattere locale e comprensoriale e anche in un centro spessore organizzativo e logistico. Una Sala multifunzionale di duecento posti a sedere per riunioni, seminari, tavole rotonde, convegni e per attività spirituale, sociali, teatrali, cinematografiche. L’opera dispone di strutture sportive all’aperto e al chiuso: campo di calcio, calcetto, pallavolo, basket, per le attività del tempo libero.

1 COMMENT

  1. sarebbe opportuno ricordare ai giuseppini che prima di sparire da cefalù, di pagare gli arretrati agli ex dipendenti ENGIM