Cefalù dice addio ai marciapiedi. Pedoni a rischio per nuovi pali sulla via Roma

Cefalù dice addio ai marciapiedi. Dopo i motori che invadono la zona riservata ai pedoni, pur di parcheggiare, adesso sulla via Roma arrivano nuovi pali e vengono collocati proprio al centro del marciapiede. Al momento non si conoscono ufficialmente le ragioni che hanno portato a questa scelta. Per i cefaludesi è un vero e proprio addio al cammino sicuro per pedoni, bambini, carrozzelle e disabili sulla via Roma. Dopo i pali per la segnaletica e quelli dei lampioni adesso ne arrivano di nuovi e serviranno, a quanto si apprende, per la gestione dei parcheggi a pagamento. Polemiche e critiche non mancano su facebook. «Il bello è che anni fa qualcuno armò, giustamente, un bordello – si legge in uno di questi post – per la collocazione dei distributori automatici della ditta privata che furono collocati ‘a mienzu i pieri’. Questi invece…»

A Cefalù la storia dei marciapiedi costruiti per i pedoni che finiscono in balia di altri servizi non è nuova. Alcuni anni fa alcuni turisti disabili hanno denunciato l’uso improprio dei marciapiedi che dalla Calura e da santa Lucia portano a Cefalù. Nel collocarvi alcuni pali della luce, infatti, non si è trovato di meglio che metterli al centro dei marciapiedi costringendo così proprio i disabili, che avrebbero voluto raggiungere in carrozzella la città, a dovere lasciare in diversi tratti il marciapiede per scendere sulla carreggiata. E che dire dei cassonetti dell’immondizia che nella zona di santa Lucia sono proprio collocati su alcuni marciapiedi?