Occultavano eroina e cocaina in auto: denunciati dalla polstrada di Cefalù

Occultavano sostanze stupefacenti sull’auto nella quale viaggiavano. Sono stati scoperti dalla Polstrada di Cefalù nel corso di un’operazione portata avnti insieme al personale di Buonfornello. A finire nella rete dei poliziotti un trentacinquenne di Canicattì, L.G., che era alla guida di un’auto quando è stato fermato dai poliziotti. Di fronte alla richiesta degli agenti di volere sottoporre il veicolo sul quale viaggiava ad accertamenti per la presenza di stupefacenti l’uomo si è rifiutato. I poliziotti hanno scoperto che era alla guida nonostante gli fosse stata ritirata in precedenza la patente. Accanto a lui nella stessa macchina una sua amica, G.S. di anni 26. I poliziotti hanno scoperto che occultava dieci grammi tra eroina e cocaina. E’ stata denunciata all’autorità giudiziaria di Termini Imerese per violazioni al testo unico sugli stupefacenti.

Nei giorni scorsi la Polstrada di Cefalù ha scoperto che sei veicoli su dieci, che trasportano merci nella zona del cefaludese, sono irregolari. Poliziotti e tecnici, grazie a delle apposite apparecchiature, hanno fermato i veicoli che trasportavano merci per effettuare sul posto dei veri e propri servizi di revisione. Su veicolo e conducente è stato effettuato un vero e proprio check-up per accertare che tutto funzionasse correttamente e che l’autista non mettesse a repentaglio la sicurezza sua e di quanti circolano su strada e autostrada. Sotto i riflettori dei poliziotti anche l’osservanza dei periodi di riposo dell’autista e il suo tasso alcolemico. Grazie a questi controlli è venuto fuori che nei quindici veicoli non in regola c’erano problemi tecnici legati a gomme lisce, freni non a posto e impianto di illuminazione non sempre funzionante.