Giovane trentenne coltiva piante di cannabis a Cefalù: arrestato dai carabinieri

Arrestato un 31enne palermitano perchè scoperto a coltivare piante di cannabis in contrada Picciolo a Cefalù. A portare a termine l’operazione sono stati, ieri pomeriggio, i Carabinieri della Compagnia di Cefalù. A finire agli arresti con l’accusa di coltivazione di sette piante di cannabis indica il 31enne palermitano C.U. Dopo giorni di appostamenti nella fitta vegetazione, in contrada “Picciolo”, i militari hanno sorpreso il giovane mentre coltivava diverse piantine di varia altezza già con inflorescenza. Erano nascoste all’interno di un rudere in ristrutturazione nelle immediate adiacenze della propria abitazione.

Sono stati proprio questi aspetti, uniti alla mancanza di motivazioni plausibili in ordine al materiale rinvenuto, a condurre il giovane presso gli uffici del Comando Compagnia e, successivamente, a finire in arresto con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti. Dopo la convalida del provvedimento a seguito del giudizio direttissimo presso il Tribunale di Termini Imerese, il giovane palermitano è stato rimesso in libertà.