Cefalù: apre la biblioteca ma non è quella civica che si progetta da alcuni anni

Aprirà la settimana prossima la futura biblioteca di Cefalù. Ad aprire i battenti, però, non sarà quella civica che il comune progetta da alcuni anni che, secondo quanto annunciato nello scorso mese di febbraio, dovrebbe vedere la luce entro la fine dell’anno. A far sapere della nascita della nuova biblioteca cefaludese è Valeria Piazza sul suo profilo facebook. «Cari amici, sostenitori e donatori – scrive – finalmente si apre. Non potendo aspettare tempi biblici abbiamo voluto rendere fruibili i libri che voi stessi avete donato. Dalla prossima settimana i libri della futura biblioteca di Cefalù saranno a vostra disposizione». Si tratta di 2.200 libri già catalogati e di un altro migliaio ancora da catalogare. In tutto oltre tremila libri che sono stati raccolti grazie all’iniziativa «dona un libro per costruire la biblioteca comunale» promossa dall’associazione «Officine Culturali Costanza d’Altavilla» che guida la stessa Piazza. La raccolta è cominciata domenica 28 febbraio ed è andata avanti per diverse settimane.

Tutti i libri raccolti nella scorsa primavera, così come si annunciava, si sarebbero dovuti consegnare al sindaco di Cefalù e al presidente del comitato tecnico per l’istituzione della biblioteca comunale di Cefalù, Matteo Collura. Qualcosa, però, in questa consegna non ha funzionato e così gli organizzatori della raccolta di libri hanno deciso di mettere comunque a disposizione della gente il materiale librario che hanno messo insieme. La nuova biblioteca sorgerà al momento presso il Circolo Unione di corso Ruggero a due passi dal Municipio.