Esordio magico per la Zannella. Violato il Pala Alberti

Ottimo esordio per la Zannella basket nel campionato di serie B di pallacanestro, gli uomini di coach Nardone erano chiamati subito ad una partita non semplice, primo dei due derby siciliani in programma quest’anno.
L’avversario era il Basket Barcellona, la squadra di coach Nisic non è di certo la stessa squadra che fino a qualche anno fa puntava alla promozione dalla A2 alla A ma è comunque un avversario di tutto rispetto che, soprattutto in casa, potrebbe dire la sua. Il clima è quello delle partite importanti, nella splendida cornice del pala Alberti molte sono le presenze cefaludesi che non si sono perse lo storico ritorno in serie B della squadra normanna ed hanno seguito con trasporto ed aiutato i propri beniamini .
Il ghiaccio dell’esordio è rotto dall’esperto Losi che sigla i primi due punti, il primo parziale arriva con lo stesso Losi e Biordi che giocano bene a due e confezionano il momentaneo 7-16 a 5 minuti dalla fine del primo quarto.
La Zannella basket è sempre in vantaggio durante la durata del match ma Barcellona non deraglia, anzi, limita al massimo il contropiede normanno e risponde colpo su colpo con i migliori giocatori del proprio roster Grilli e Brunetti.
A secondo quarto si ri vede in campo anche Malagoli tra le fila del Cefalù ma il suo impatto sulla partita non è dei migliori, i padroni di casa si fanno sotto ma spesso sono imprecisi dalla lunga distanza nonostante una buona mole di tiri “aperti” tentati.
Si va al riposo sul 37-44 per i biancoblu ma con la sensazione che il vantaggio sarebbe dovuto essere più ampio è che Barcellona abbia la possibilità di giocarsi la partita fino alla fine.
La ripresa si gioca su ritmi molto più serrati, i biancorossi di Messina alzano la pressione difensiva e questo comporta non pochi problemi per la Zannella che non riesce a trovare più la via del canestro.
Ne approfitta Barcellona che logora il vantaggio cefaludese e va in lunetta con Stefanini sul  47-50 a 4’ dal termine ma l’esterno fa ½, pochi minuti più tardi sul 48-52 Grilli fallisce la tripla che avrebbe riaperto la partita, i normanni si svegliano e di rabbia trovano punti su palloni sporchi che valgono l’allungo nel momento decisivo della gara.
A metà terzo quarto si impongono i senatori della squadra biancoblu, Mollura gioca una partita sensazionale alternando scelte in attacco lucide a una difesa arcigna, Sodero, seppur meno in mostra, è altrettanto decisivo realizzando 16 punti “silenziosi” che a fine gara risulteranno provvidenziali. Il parziale si chiude sul punteggio di 52-61 grazie ad altri due punti di Mollura (19 pt 5/9 da due ½ da tre) .
L’ultimo quarto si apre in sofferenza, il reparto lunghi è leggero e soffre sotto le plance ma grazie ad una grande intensità non va poi sotto nel computo dei rimbalzi complessivi ( 35vs34) .
Barcellona così si stanca e  non corre più bene in difesa prendendo così qualche contropiede di troppo che vale il parziale decisivo.
Biordi realizza 6 punti di fila con una splendida schiacciata biamane ispirata dal solito Losi e sul punteggio di 57-70 a 2 minuti la partita è virtualmente chiusa.
La Zannella basket Cefalù vince così la prima di campionato con il punteggio di 64-80 ma non è il tempo dei proclami: “Volevamo dedicare questa vittoria ai nostri numerosissimi tifosi venuti qui oggi ma soprattutto a  Lorenzo De Lise“ queste le prime parole di Nardone a fine gara, che poi conclude- “Abbiamo lavorato moltissimo in allenamento e questa vittoria ci dà fiducia e forza per fare ancora meglio”.

KET BARCELLONA – ZANELLA BASKET CEFALU’ 64 – 80 (18 – 23); (37 – 44); (52 – 61); (64 – 80)

BASKET BARCELLONA: Grilli 18, Teghini, Varotta, Stefanini 11, Sereni 9, Paunovic 5, Ippedico2, Brunetti 17, De Angelis 2, Piperno; Coach: Milan Nisic

ZANELLA BASKET CEFALU’: Biordi 11, Paparella 11, Malagoli 2, Losi 12, Lombardo, Florio, Mollura 19, Sodero 16, Tinto 4, Terrasi 6; Coach Fabio Nardone

Arbitri: Giuseppe Scarfò; Francesco Praticò