Termini Imerese: 60 milioni di euro per ammodernare il Porto termitano

Più di 60 milioni di euro di investimenti per la realizzazione delle infrastrutture e l’ammodernamento del Porto di Termini Imerese. «Altro che annunci – commenta il senatore Beppe Lumia – questi sono i fatti di un programma di rilancio che prevede opere immediatamente cantierabili. Il porto è una risorsa straordinaria per la città e per il territorio. Con la realizzazione di tali opere assisteremo alla moltiplicazione dei collegamenti e del traffico di persone e merci». In particolare grazie a questi nuovi investimenti il porto di Termini Imerese vedrà il potenziamento del traffico Ro-Ro e Ro-Pax con la creazione di 5 accosti sul molo di Mezzogiorno, con un aumento della capacità di movimentazione annua dello scalo non inferiore a 4.000.000 di tonnellate annue ed a 200.000 mezzi pesanti in entrata e uscita. Sarà anche migliorata la sicurezza e l’operatività del bacino portuale, mediante l’approfondimento dei fondali dello specchio acqueo e del canale di ingesso per consentire l’accesso e la manovra di navi di dimensioni massime pari a 280 m f.t. con 35 m di larghezza. Saranno adeguate le opere di difesa marittima, con rifiorimento della mantellata e prolungamento del molo di sopraflutto e riadeguamento del molo di sottoflutto con ampliamento delle banchine dedicate al traffico Ro-Ro. Infine si farà la riqualificazione del waterfront urbano sul versante settentrionale del porto, con potenziamento della nautica da diporto e possibilità di approdi di navi da crociera. «Una vera e propria opportunità di crescita per l’economia della Sicilia occidentale» commenta ancora il senatore.