Simona: quando la musica diventa magia nella città che si ama

Studia musica da quando aveva sei anni. «Amo Cefalù e amo la musica, l’unione perfetta direi! Suonare per le vie di questa città, in mezzo ai volti, i colori, la bellezza di Cefalù è sempre emozionante. Non la cambierei con nessun altro posto al mondo». A parlare è Simona Testa. Nasce a Cefalù nel 2000 in una famiglia di musicisti. Sin da piccola è stata vicina al clima bandistico ed alla musica in genere. A quattro anni per gioco inizia a frequentare un corso di danza presso l’Atletic Center a Cefalù e a sei inizia a studiare flauto traverso presso l’associazione culturale musicale Santa Cecilia con l’insegnante Concetta Maranto. Da sei anni frequenta la scuola di danza “Hdemy Breakin” di Campofelice di Roccella seguita dalla maestra Mariella Cantello. Qui allo studio della danza classica affianca lo studio della danza moderna, jazz e contemporanea. Ha partecipato a vari concorsi e gare in Sicilia. Attualmente frequenta il liceo linguistico statale “Ninni Cassara’ “ di Cefalù nell’indirizzo DSD.

Cefalù città della musica? «Sarebbe un bel titolo per Cefalù – commenta Simona – di sicuro anche appropriato visto il gran numero di gruppi e associazioni musicali al suo interno!». Ad aiutarla ad entrare nel mondo della musica è stata la sua famiglia. «Se ho deciso di imparare a suonare uno strumento è stato grazie a mamma e soprattutto a papà, con la sua grande passione, il grande lavoro fatto fino ad oggi, i suoi insegnamenti, il suo modo di scrivere e fare musica.. tutte cose che mi hanno sempre affascinata e portata ad avere un’enorme stima di lui, oltre ovviamente all’affetto. Chiaramente poi per quella che è stata, nel mio piccolo, la mia crescita a livello tecnico, il grazie va alla maestra Concetta Maranto». Simona tiene a precisare che la sua esperienza musicale è più che altro dilettantistica. «Il momento piú bello è un concerto o un’esibizione, in cui ci si sente pienamente parte di un gruppo che fa musica insieme. Quel che esce fuori dall’impegno di tutti sembra magia ed è sempre bellissimo».



La sua giornata trascorre fra lo studio la danza e i vari impegni. «Sicuramente la musica è presente in ogni mia giornata, che sia attraverso un paio di cuffie, con il mio strumento,il flauto traverso, alle prove di banda o alle lezioni con i bimbi». Per Simona fare a musica è di grande importanza.