Prima Categoria: Cefalù Calcio a valanga contro la Sfarandina. Vittoria per 12 a 1

Più un risultato tennistico che calcistico quello che ha visto il Cefalù Calcio dominare e vincere il recupero di quest’oggi contro la Sfarandina. Una partita che lascia veramente poco spazio all’immaginazione: alla squadra di Minutella bastano solo 20 minuti per portarsi sul 3 a 0 e giocare in superiorità numerica per l’espulsione di Ranieri, reo di aver preso la palla con la mano per evitare il gol. Il resto è pura accademia, con il Cefalù che dilaga contro una squadra incapace di reagire alle offensive avversarie, realizzando ben 12 gol (3 Giacalone, 4 Tomasello, 1 Ceraulo, 1 Sferruzza, 1Autogol, 1 Lo Bianco, 1 Pirrotta).

Più una partita di allenamento che una di campionato quella di quest’oggi al Santa Barbara che, comunque, vede il ritorno in campo e al gol di Pirrotta (fermo ai box da un mese per infortunio). Un recupero importante in vista dei prossimi impegni della squadra cefaludese e, sopratutto, della partita contro il Bagheria tra una settimane.



Unico recupero della prima giornata di ritorno (la partita tra Bagheria e Stefanese è stata posticipata ulteriormente di una settimana) vede, momentaneamente, il Cefalù Calcio ad una sola lunghezza dal primo posto. Che questo 2017 sia veramente l’anno della squadra gialloblu?

 

Cefalù: Tarantino, De Francesco (55° min, Lo Bianco E.), Accetta, Ceraulo, Aiello (46° min, Badalamenti), Ferrara, Raimondi, Morello, Tomasello (75° min, Pirrotta), Sferruzza, Giacalone.

All. Pino Minutella. A disp.: Rizzo, Emanuele, Gennaro, Lo Bianco M.


Sfarandina:
Paterniti, Emanuele (38° min, Pocina), Manera C., Catalin, Di Giorgi, Prattella, Onofaro, Galati G. (48° min, Manera T.), Nibali, Rianeri, Lombardo (46° min, Salpietro).

All. Salvo Conti. A disp.: Galati S., Panzarella


Reti:
12° e 17° (rig) Tomasello, 19° Ceraulo, 30°, 33° e 45° Giacalone, 47° Sferruzza, 51° Nibali (Sf), 15° e 30° Tomasello, 22° Aut. Di Giorgio, 32° Lo Bianco E., 41° Pirrotta