Cefalù: 170mila euro per la caserma dei carabinieri

170mila euro per la Caserma dei carabinieri di Cefalù. Il progetto è fra quelli che saranno finanziati grazie ai 60 milioni di euro destinati alla città di Palermo e provincia provenienti dal bando per la riqualificazione delle periferie. Gli investimenti per i presidi delle forze dell’ordine presenti sul territorio, oltre alla Caserma di cefalù, riguardano la stazione dei carabinieri Brancaccio (390 mila euro) la Questura di Palermo (200 mila), la caserma della guardia di finanza di Palermo (230 mila) e quella di Termini Imerese (22 mila euro). I sessanta milioni, come annunciato dal sottosegretario alle Infrastrutture e trasporti, Simona Vicari, saranno utilizzati per recuperare edifici confiscati alla mafia e per rafforzare la sicurezza nel territorio. Undici i progetti approvati. Sono stati redatti dal Provveditorato Interregionale alle Opere Pubbliche. Tra questi il recupero dell’immobile confiscato alla mafia, in particolare a Pietro lo Sicco, che sarà finalmente ristrutturato e destinato alla Prefettura di Palermo con un finanziamento complessivo che supera i 700 mila euro. «Questi fondi – commenta il sottosegretario Vicari – sono la dimostrazione che da parte del Governo c’è stata e c’è tuttora una grande attenzione per la sicurezza del Paese. Un impegno preso e mantenuto per fortificare e rendere più agibili queste strutture al servizio dei cittadini».

Lascia un commento