Da New York a Polizzi per fare pace con le sue origini

Esce oggi «Magic Island» il nuovo documentario road movie del regista palermitano Marco Amenta che percorre il viaggio da New York a Polizzi Generosa del giovane Andrea Schiavelli sulle orme del famoso padre Vincent. Il film racconta il viaggio del giovane musicista newyorkese Andrea, figlio dell’attore italo-americano Vincent Schiavelli, tra i più celebri caratteristi del cinema americano, attore le cui origini sono di Polizzi Generosa, noto per le sue numerose interpretazioni, come per esempio in “Ghost” o in “Qualcuno volo sul nido del cuculo”. Andrea torna in Sicilia a Polizzi Generosa, nel piccolo paese paterno, nel tentativo di ricostruire, almeno interiormente, il rapporto col padre scomparso. Nato e cresciuto negli USA, non solo conserva un ricordo vago della terra siciliana, ma è spaventato dal ritornarvi, da ciò che significherebbe calpestare di nuovo quel suolo. Chiede consigli a chi gli è intorno, madre compresa, e alla fine decide di partire e riscuotere una piccola somma di denaro lasciatagli in eredità. Il giovane è oppresso da un senso di colpa per non essere stato presente accanto al padre malato negli ultimi anni della sua vita a Polizzi e per non avere partecipato al suo funerale.

Vincent Andrew Schiavelli è nato a New York l’11 novembre 1948 da una famiglia italo americana originaria di Polizzi Generosa. Ha recitato in oltre 150 film, tra cinema e televisione. Noto per i suoi numerosi e spesso acclamati dalla critica ruoli di supporto, nel 1997 la rivista Vanity Fair lo ha indicato come uno dei caratteristi più importanti del cinema statunitense. Nel 1995 si trasferisce a Polizzi Generosa sulle Madonie dove trascorre gli ultimi anni della sua vita con la sua ultima compagna, l’attrice Katia Vitale. In Sicilia gira i suoi ultimi film e sidedica al teatro curando la regia di uno spettacolo messo in scena a Palermo, “L’invidia di Assuntina”. Nel 2005 recita nel film Miracolo a Palermo!, scritto e diretto da Beppe Cino con Tony Sperandeo e Maria Grazia Cucinotta. Muore nel dicembre del 2005, nella sua casa, all’età di 57 anni dopo una lunga malattia. Era affetto dalla sindrome di Marfan ed era presidente onorario della National Marfan Foundation, un’organizzazione che aiuta le persone colpite da questa malattia. Nella triste occasione ci fu lutto cittadino e la camera ardente fu allestita nella sala comunale del paese, dove è stato sepolto al cimitero di Polizzi Generosa.