Spaccio di droga: cefaludese patteggia sei mesi di reclusione

Ha patteggiato sei mesi reclusione e mille euro di multa il giovane cefaludese arrestato nei pressi della stazione ferroviaria di Cefalù la sera di sabato 18 febbraio. Era stato fermato appena sceso dal treno alla stazione di Cefalù. Dopo essere sceso dal treno regionale proveniente da Palermo, accortosi della presenza di Carabinieri e Poliziotti nei pressi dell’uscita principale, il giovane aveva tentato di allontanarsi dalla stazione ferroviaria da un’uscita secondaria. Militari ed agenti lo hanno raggiunto e, a seguito della perquisizione personale, hanno rinvenuto nella tasca dei pantaloni della tuta una quarantina di grammi di hashish suddivisa in 15 dosi. Nella tasca della felpa, invece, una “panetta” di circa novanta grammi della stessa sostanza. Sono scattate le manette ai polsi del giovane cefaludese che, al termine degli accertamenti di rito e su disposizione del PM della Procura di Termini Imerese, è stato tradotto presso la Casa Circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese. In sede di giudizio direttissimo il Giudice ha convalidato l’arresto applicando a C.G. la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel comune di residenza. Al processo che si è tenuto davanti al tribunale di Termini Imerese il giovane ha patteggiato la pena di sei mesi di reclusione e mille euro di multa. La pena è stata sospesa. La droga, invece, è stata confiscata e sarà distrutta.