I candidati con Pippo: quattro giovani e sette donne

(Comunicato n. 10) Presentata la lista di candidati al consiglio comunale che sostiene Pippo Guercio a sindaco di Cefalù con il programma «cambiamo Cefalù». Vi fanno parte Alice Agrimi, Giuseppe Cinquegrani, Santi Coco, Roberto Corsello, Claudia Di Chiara, Rosanne Marie Di Vita, Roberta Dongarrà, Graziella Glorioso, Giuseppe Guccione, Angela Iraci, Alessio La Martina, Antonino Macaluso detto Nino, Vincenzo Miccichè, Antonino Papa detto Nino, Salvatrice Vazzana detta Salvina e Gioacchino Zimmardi. Sette le donne in lista. Quattro i giovani di cui il più piccolo ha appena ventiquattro anni. Pippo Guercio ha designato anche i primi due assessori. Sono il dott. Lucio Oieni e il prof. Mario Macaluso.

«Presenteremo ufficialmente alla città i candidati nella serata di sabato in piazza Duomo – commenta Pippo Guercio – vogliamo rialzare Cefalù con un progetto che chiede a tutti i cefaludesi di partecipare a un grande cambiamento che vogliamo e chiediamo per noi e soprattutto per i nostri figli».



In sintesi la prima parte del progetto, che è stata presentata in questi giorni, prevede la divisione della città in quartieri per animare le diverse zone e risolvere i problemi legati al decoro, alla pulizia, alla pubblica illuminazione e alla viabilità. Il problema dei parcheggi sarà risolto, invece, assegnando un posto auto a famiglia nei pressi della propria abitazione. Per far partecipare i giovani alla vita della città sarà fondato il “Congresso dei giovani cefaludesi” che si riunirà quattro volte l’anno e le sue proposte saranno discusse dal consiglio comunale. Ai giovani, attraverso dei corsi anche nelle scuole cittadine, sarà insegnato come chiedere i fondi europei per realizzare le proprie idee lavorative. Per valorizzare le realtà associative nascerà la cittadella delle associazioni che grazie ad una grande rete interassociativa consentirà di chiedere contributi economici alla Regione e di accedere ai Fondi Europei per la cultura. Per il rilancio turistico della città si darà vita ad un fondo per il turismo che sarà gestito da un esperto di promozione turistica. Al Municipio nascerà un’equipe di esperti per redigere progetti per la città da finanziare con i fondi della comunità europea.