La vita,tra dolori e rimpianti

    Questo mondo

    pinacoteca dedicata ai parassiti
    partoriti dentro i bordelli



    antri abitati da lucciole

    a illuminare la nascita
    di uomini diventati simulacri di fedi

    a lungo andare monotoni

    sempre uguali nel movimento
    nel fine e nel senso

    Individui crudeli

    travestiti da brave persone

    che scivolano felici
    sulle loro ceneri

    verso cimiteri dove saranno sepolti
    con i crimini disumani commessi

    E Io resto nell’attesa che
    il Dio a cui chiedo ascolto

    riesca a comprendermi nei miei versi

    in queste onde di commoventi irragionevolezze

    di cui la mia non più acerba eta’ s’innamora

    e m’assolva dalla dura condanna alla disperazione
    .
    Cesare Moceo © ®
    Tutti i diritti riservati