Ha preso il via la quarta Rassegna Culturale Roccamaris

Anche quest’anno, – dichiara l’Assessore alla Cultura Michela Taravella -, per il IV anno consecutivo, siamo riusciti a garantire un ricco calendario di eventi culturali di vero pregio, tra musica, teatro, poesia e scrittura.
Una rassegna di spettacoli che dal 23 luglio al 29 agosto allieterà le calde serate estive campofelicesi, in uno splendido scenario come quello del Castello di Roccella, alternando artisti di particolare bravura e levatura ed illustri esponenti del mondo della cultura.
“Si tratta di una iniziativa”, continua l’Assessore Taravella- “fortemente voluta dall’Amministrazione comunale e dall’Assessorato che rappresento, ed organizzata grazie alla preziosa collaborazione sempre proficuamente attiva dei volontari che da subito, dal 2014, hanno dato la loro disponibilità, in sinergia con il Comune, per tutte le iniziative di promozione e valorizzazione del Castello ed arricchita da tante altre Associazioni culturali del territorio.
Tra queste, un particolare ringraziamento va all’Associazione Teatrale Casale, da più di trenta anni operante a Campofelice e nel territorio madonita, che ha contribuito attivamente alla Rassegna con due spettacoli importanti, “Buzzatiana e La casa di Natasha” (che chiuderà la rassegna il 29 agosto),entrambi inseriti, a loro volta, nella Seconda Rassegna Teatrale, intitolata al regista Nino Lo Forti, prematuramente scomparso”.
“Il ricordo di Nino Lo Forti è ancora vivo in ciascuno di noi”- dichiara l’Assessore Taravella – “E’ stato un amico, un uomo gentile, allegro e profondamente sensibile, affascinato dalla cultura in senso lato, con una grande, bella passione per il teatro, per la musica e per la poesia. Ritengo che non poteva esserci modo migliore per ricordarlo se non dedicando a lui una rassegna di spettacoli teatrali.”
Proprio ieri sera, un pubblico attento ed entusiasta ha assistito alla splendida rappresentazione di “Buzzatiana- La giacca stregata ed i topi” di e con Nina Lombardino e Dario Ferrari del Teatro delle Balate di Palermo-Associazione Liberiteatri. Uno spettacolo intenso e profondo che ha lasciato mille spunti di riflessione introspettiva, sapientemente interpretato dai due attori, impegnati in due bellissimi e difficili monologhi.
Grande successo di pubblico per tutti gli spettacoli e gli eventi fino ad oggi eseguiti.
Dalla “magia” della straordinaria Matilde Politi, musicista, antropologa e ricercatrice che, con il suo “Vogghiu cantari e darimi bontempu” ha letteralmente incantato la platea con canti della tradizione popolare Siciliana, scavando nella storia spesso dimenticata o sconosciuta e nella bellezza della nostra terra.
Si segnalano ancora le prelibatezze del gelato di scorzonera, rievocato, preparato secondo l’antica tradizione ed offerto in un’atmosfera unica da Luigi Romana, per non dimenticare la presentazione di uno studio-inedito di grande rilievo “Sfidando l’ignoto- Antonello e l’enigma di Cefalù”, sul ritratto di Ignoto di Antonello Da Messina , conservato nel vicino Museo Mandralisca, di Alessandro e Sandro Varzi e Alessandro Dell’Aira.
“La rassegna è nata nel 2014 si colloca nel progetto di questa Amministrazione di continuare ed incentivare al massimo livello il cammino di promozione e di valorizzazione del Castello di Roccella e soprattutto nella volontà di investire in “cultura”, afferma l’Assessore, Michela Taravella.
“La cultura è un valore primario, in cui crediamo fortemente e per il quale ci batteremo sempre, nonostante le difficoltà, perché siamo fermamente convinti che lo sviluppo e la rinascita del nostro territorio passi attraverso la sua valorizzazione”.
“In questa prospettiva, abbiamo richiesto ai volontari dell’associazione un maggiore impegno, puntando sulla creazione e sulla gestione (già dallo scorso anno) di un sito internet per la diffusione della conoscenza del Castello.
Inoltre, come lo scorso anno, abbiamo provveduto a garantire un servizio di apertura al pubblico, strutturato, con orari stabiliti e resi noti al pubblico”. Durante tutti i week-end, infatti, grazie alla convenzione stipulata tra il Comune di Campofelice di Roccella e l’Associazione Guardie Sikane sarà possibile visitare il Castello sino alla metà di settembre.
Durante i giorni feriali l’apertura e la visita del Castello sarà garantita grazie ad una progettualità comunale con i ragazzi del servizio civile, secondo i seguenti orari: 10-13/16-19.
Prossimo appuntamento al Castello il primo agosto, alle 21.30, con la lirica, “Arie, duo e trio d’opera del Settecento” con i Maestri Porretta, Petrancosta, Licari, Mazzola.