Alla Base logistico i finalisti del Cefalù film festival

Saranno presentati domenica 13 agosto alle ore 21 alla Base Logistico Addestrativa di Cefalù i sei cortometraggi finalisti del Cefalù film festival “Pino Scicolone”. Nel corso della serata i partecipanti alla manifestazione voteranno per attribuire ad uno di loro il secondo premio “Corto base logistico” vinto l’anno scorso dal corto “Due piedi sinistri”. A presentare la serata sarà Daniela Guercio. Ad intrattenere i presenti saranno il gruppo musicale “I mosaico” e la poetessa cefaludese Margherita Neri. I sei cortometraggi finalisti del Cefalù film festival che saranno proiettati domenica alla Base logistico sono:

  1. «Dolce Rutina» della regista Giada Ceotto. Il corto ambientato in Spagna dura sei minuti ed è un ritratto dell’amicizia tra due donne anziane amiche da tutta la vita: frecciatine, dissapori, routine… e molto zucchero!
  2. «Il nostro piccolo segreto» del regista Franco Montanaro. Il cortometraggio della durata di dieci minuti porta in scena il rapporto tra Rosa e Marta che non è come appare in superficie e sembra compromesso da un intruso troppo ingombrante. In un pomeriggio all’apparenza come tanti Marta e Rosa si riconoscono complici nonostante tutto. Un frammento di vita per due anime legate per sempre da qualcosa di molto più grande di un piccolo segreto.
  3. «In Ritardo» del regista Franz Laganà. E’ un cortometraggio della durata di 7’29” che parla di un ritardo che causa un acceso litigio in una coppia ed innesca strane dinamiche…
  4. «Amira» del regista Luca Lepone. Il corto della durata di 9’15” è la storia di una giovane donna che cammina velocemente per le strade di una grande città. D’un tratto si ferma, respira, sorride e comincia a muoversi senza senso, preda di un’apparente, lieve follia.
  5. «Il primo caffè non si scorda mai» del regista Stefano Sgarbi. Il cortometraggio della durata di 5 minuti è la storia di un ragazzo timido e con evidenti problemi a relazionarsi che prova invano a vivere normalmente. Improvvisamente qualcuno si interessa a lui..
  6. «Legittima difesa» del regista Riccardo Tona. Il cortometraggio di 10’4″ racconta la storia di un imprenditore che uccide, a colpi di pistola, un ladro che si era introdotto a casa sua. E’ giusto, non è giusto reagire così? e se ci sbagliassimo… cosa faremmo noi al suo posto?

Sono 250 i registi che partecipano alla seconda edizione del Cefalù film festival «Pino Scicolone». Sono raddoppiati, quindi, rispetto alla prima edizione, quando i cortometraggi sono stati 120. La prima edizione ha visto trionfare i cortometraggi «Due piedi sinistri» della regista romana Isabella Salvetti e «Mio padre è mio amico» del regista palermitano Angelo Cucina.


Ogni giorno fino al 16 agosto, dalle ore 16 alle 20, è possibile visitare la mostra di opere di artisti provenienti da tutta Italia allestita alla Base logistico. E’ stata inaugurata alla presenza delle massime autorità civili e militari che operano nel territorio. Al taglio dl nastro il comandante della Base, Ten. Col. Antonino D’Agostino con l’Art director Franceca Mezzatesta, storico e critico d’arte e spettacolo. Otto gli artisti con le loro mini personali: Sara Digiovanni fashion design milanese, Lucia Sarto da Lignano Sabbiedoro, lo scultore romano Guido Angeletti, da Pontedera Francesca Barnini e Cristina Cateni, Alessandro Meli giovane talento che ama la Sicilia, Francesca Dei Turbe, Patrizia Poli, Emanuele India, e Gino Di Gennaro da Caserta.