Coach Castellana ha le idee chiare: “Certi di aver curato ogni dettaglio, da sabato si fa sul serio!”

Si avvicina sempre più l’esordio in campionato per il Real Cefalù che sarà ospite del Real Rogit sabato alle ore 15. Ecco le parole di Coach Castellana che da ormai un mese lavora assiduamente col gruppo di giocatori che rappresenteranno la Città di Cefalù in questo campionato di Serie B.

Siamo giunti al primo mese di preparazione, che differenza trovi tra il primo giorno e oggi? 
“Sicuramente ogni giorno è stata una nuova sorpresa, io ho avuto modo di conoscere i ragazzi e loro hanno conosciuto me. Siamo stati come un bambino che comincia a muovere i primi passi, una continua scoperta di noi stessi, in attesa che i passi comincino a diventare corsa”.

Dopo questo periodo vissuto a Cefalù come si sta trovando nella cittadina normanna?
“Ambientarsi è stato facile, la gente è ospitale, umile e disponibile, un corpo dirigenziale nutrito e motivato. Cefalù è una splendida cornice per disegnarci dentro una grande impresa, ma abbiamo bisogno anche dell’apporto caldo della città”.

Sei soddisfatto del lavoro svolto fino ad ora dai tuoi uomini?
“Soddisfatto sarebbe anche riduttivo. Sono rimasto piacevolmente colpito dalla professionalità, dalla dedizione al lavoro e dalla fame di successi di questi ragazzi. Per un allenatore, ricevere la disponibilità dei propri giocatori, è come entrare in un bar e trovare la barista col caffè gia in mano”.

Il segreto per assemblare una squadra quasi completamente nuova?
“Confrontarsi, sapere il pensiero di ognuno, dubbi, certezze, pensieri, idee nuove e diverse”.

Quattro amichevoli giocate in questo periodo di preparazione ti sono servite per il ritmo partita in vista del debutto stagionale in casa del Rogit?
“Ci sono servite soprattutto per capire, di volta in volta, a che punto fosse il nostro lavoro, quali fossero i punti di forza e quelli sui quali lavorare, e su entrambi c’è sempre stato un pensiero oggettivo condiviso da tutti. Da sabato però si fa sul serio, e siamo certi di aver curato ogni piccolo dettaglio. Da sabato è il nostro momento”.