Cefalù: da 522 giorni si attende per il referendum sulla stazione

Ha scritto al sindaco, al presidente del consiglio e alla commissione dei garanti del comune di Cefalù per chiedere una pronuncia sulla legittimità e sulla regolarità della procedura che ha visto il 13 Giugno del 2016 depositare al protocollo la richiesta di indizione di Referendum popolare cittadino contenente il seguente quesito: «Volete voi che venga spostata la fermata metropolitana dalla contrada Spinito alla contrada Ogliastrillo?». A firmare la richiesta di sollecito il Meet up 5 stelle Cefalù. Una richiesta inviata “per non rendere vano il pronunziamento della cittadinanza – vi si legge – in merito ad una problematica così delicata e dalle ricadute imprevedibili sulla morfologia del territorio comunale”. Da quel 13 giugno 2016 ad oggi sono trascorsi 522 giorni ed ancora si attende per svolgere il referendum.

Nella richiesta si sostiene che il 28 Dicembre 2016 il Regolamento attuativo è stato approvato dal Consiglio Comunale. Nella seduta del Consiglio Comunale del 3 Aprile 2017 sono stati nominati quali componenti della Commissione dei Garanti, ex art. 6 del regolamento, il Dott. Notaio Angelo Piscitello, l’Avv. Salvatore Firrito e il Dott. Francesco Muffoletto. Il 3 Luglio scorso è stata depositata al protocollo del Comune di Cefalù una richiesta di sollecito (indirizzata al Sindaco, al Presidente del Consiglio Comunale, al Consiglio Comunale e ai membri della stessa Commissione), dell’indizione del referendum cittadino per consentire –finalmente- ai cittadini la possibilità di esprimersi. Il 18 Luglio, con delibera n. 35 a seguito del rinnovo del Consiglio Comunale, visto l’art 39 dello Statuto Comunale e l’art. 6 del suddetto regolamento, è stata confermata la nomina degli stessi soggetti eletti ad Aprile (Dott. Notaio Angelo Piscitello, Avv. Salvatore Firrito e Dott. Francesco Muffoletto).

Nella stessa richiesta arrivata al Municipio si sostiene che si è avuta notizia della rinuncia all’incarico di membro della citata Commissione da parte dell’Avv. Salvatore Firrito e che il Consiglio Comunale tratterà la sua sostituzione nella seduta convocata per il prossimo 21 novembre. I firmatari sollecitano il sindaco “una volta ricevuta dal Consiglio Comunale l’accettazione da parte del nuovo componente la Commissione dei Garanti, a compiere ogni atto oggetto del dovere del suo ufficio, in ottemperanza al dettato dell’art. 5 del Regolamento sul Referendum, che gli impone di convocare detta Commissione nel termine di gg. 15, affinché essa si pronunci sulla legittimità della richiesta e sulla regolarità della procedura”.