Prima la sofferenza, poi la gioia! Il Real batte 3-2 sulla sirena il CMB

La partita! Questa quella che oggi attendevano i tifosi cefaludesi presenti sugli spalti del Palatricoli, il big match dl girone H di serie B tra la squadra di Castellana del Real Cefalù e gli ospiti, i lucani del Signor Prestito CMB. Un match che ha regalato molte emozioni nel finale.

Ci si aspettava una partita molto tirata dove le qualità tecniche avrebbero fatto la differenza e così è stato. Il quintetto di partenza degli ospiti guidati da coach Scarpitti è formato da: Weber, Scandolara, Zancanaro, Sampaio, Calderolli. Pronta la risposta di coach Castellana che schiera: Montefalcone, Rafinha, Coco, Lopez, Guerra. C’è molta attenzione, le due compagini in campo sanno che saranno i dettagli a fare la differenza in questa partita che permane sullo 0-0 fino alla metà della prima frazione. A sbloccarla sono gli ospiti con Gonzalez che raccoglie un assist dal dischetto del limite dell’area di rigore e scarica un tiro imprendibile per Montefalcone. Il Real cerca subito di riacciuffare gli ospiti nel punteggio, Coco e Di Maria prendono in mano la squadra e cominciano un vero e proprio assedio all’area di rigore avversaria mentre in difesa ci pensa il solito Montefalcone a togliere i palloni da dentro il sacco. Il Pareggio arriva a due minuti dalla conclusione grazie ad uno schema astuto in punizione, quasi dal limite dell’area avversaria, con Rafinha che batte Weber con un missile. Lo stesso Rafinha sbaglierà un minuto dopo il tiro libero che potrebbe chiudere il primo tempo sul 2-1.

Nella seconda frazione il risultato si sblocca dopo tre minuti con il portiere lucano Weber che approfitta della parziale uscita dai pali di Montefalcone e con un pallonetto insacca portando i suoi sul 1-2. La partita sembra prendere i ritmi iniziali, le occasioni sono parecchie dia da una parte che dall’altra, il tempo scorre inesorabilmente e il risultato sta dalla parte degli ospiti, ma a cinque dalla conclusione quando Coco, con un gol di quelli che si vedono in categorie superiori, porta a spasso due difensori e con una diagonale insacca per il 2-2. Il gol che da la scossa ai cefaludesi sembra funzionare, il Real ci crede ma dall’altra parte il CMB sa che dopo due vantaggi questo pareggio le sta stretto. Sul finale accade l’impensabile, 18 secondi al termine e le due compagini rientrano dopo un time out, il Real Prova il portiere di movimento, con Di Maria, si, proprio lui, il veterano della squadra, riceve un assist da Lopez e insacca il gol proprio sulla sirena finale. Una festa, il Palatricoli esplode di gioia per questa vittoria, la vittoria, voluta, sofferta e aspettata contro una squadra accreditata da tutti la pretendente al salto di categoria. Celentano in una sua celebre canzone diceva “l’emozione non ha voce” oggi a Cefalù l’emozione ha avuto un boato, un coro,  quello del “GOL”!

Il Real Cefalù in un secondo si prende tre punti vittoria e testa del campionato, un campionato vissuto sempre più da protagonista nel posto che gli spetta, la prima posizione!

Reti: 10’pt Gonzalez, 18’pt Rafinha, 3’st Weber, 15’st Coco, 20’st Di Maria