Arte, natura, gastronomia: parte il Tusa slow festival

“TUSA D’INVERNO” è il primo tassello del puzzle “Tusa Slow Festival”, un evento itinerante che unisce arte, musica, natura, gastronomia, architettura. Quattro colori rappresenteranno le stagioni sotto il brand “TUSA”. Si partirà il 29, 30 e 31 dicembre con il colore rosso per l’inverno. Linee guida di questo ambizioso progetto, curato dal Consorzio “Il mare in montagna”, sotto il marchio Slow Food Nebrodi e il patrocinio del Comune di Tusa, sono la promozione dell’offerta turistica locale, il marketing territoriale e la riscoperta del senso di comunità rurale. A collaborare, tante associazioni e imprese locali che parteciperanno con stand di artigianato e gastronomia, show cooking, escursioni alla scoperta del territorio e spettacoli in piazza. Il referente del Consorzio Giuseppe Siragusa auspica la costruzione di percorsi tematici stagionali allo scopo di garantire una prospettiva futura alla comunità locale, diffondendo il turismo etico e sostenibile e sostenendo l’economia locale. Un processo di partecipazione comunitaria e di valorizzazione dei processi identitari attraverso il cibo, utilizzando prodotti tipici e di qualità. Il sindaco Tudisca parla di Tusa Slow Festival come iniziativa cardine nel calendario delle manifestazioni turistiche: “Stiamo lavorando in sinergia con imprese e associazioni locali a un progetto che mira a riscoprire e valorizzare le bellezze del nostro territorio. Per sostenere il turismo ed il brand “Tusa” è necessario organizzare eventi anche in periodi diversi dall’estate, remando tutti dalla stessa parte e definendo un piano economico strategico, valutando nuove forme di finanziamento che portino all’ottimizzazione e razionalizzazione delle risorse attualmente disponibili.” Giorno 29 alle ore 16,00 l’evento si aprirà in atmosfera natalizia con gli zampognari per le vie del paese. A seguire, dalle ore 16,30, l’apertura dei mercatini artigianali e delle locande con degustazione dei prodotti tipici, spettacoli a cura del laboratorio teatrale Tusano presso l’antiquarium Badia, della Banda Musicale presso la Chiesa di San Nicola, degli artisti di strada ed a conclusione concerto del gruppo “Frequenza Retrò”. Giorno 30 sono previste, in mattinata, escursioni con visite guidate all’interno del centro storico, presso gli scavi archeologici ed alle opere di Fiumara d’arte, un seminario a cura del CESV per parlare di riforma del terzo settore, nel pomeriggio giochi per bambini, Show coking ed il concerto del gruppo “Abusivi band”. Giorno 31 sono previste sempre le escursioni e las era tutti in piazza a festeggiare l’anno nuovo. Per l’occasione tutti gli operatori economici offriranno un prezzo speciale su degustazioni, visite guidate e ristoranti e per chi pernotta almeno due notti in alberghi o casevacanze accreditate.