La Juventus va in semifinale

Quarta semifinale consecutiva per la formazione bianconera. Nella notte esonerato il tecnico del Torino. Tutto facile per la Juventus, contro un Torino spento e poco pericoloso. Nel primo tempo gran gol del brasiliano, nella ripresa la chiude Mandzukic (gol convalidato con l’ausilio del VAR). Ora l’Atalanta (andata il 31 gennaio a Bergamo)
La Juventus gioca un ottimo primo tempo nel derby di Coppa. I bianconeri dominano, con ritmo e voglia, un Toro spento, attaccano per tutta la prima frazione, sbloccano la gara al 16’ con un mancino stupendo di Douglas Costa e vanno più volte vicini al raddoppio con Dybala, fermato da Milinkovic-Savic, e Pjanic. Il Torino, nel primo tempo, crea solo un’occasione, subito dopo la rete della Juventus: Niang, però, in un revival di Barcellona-Milan 4-0 del 2013, centra il palo esterno con un sinistro angolato.

Nella ripresa il Torino non riesce praticamente mai a rendersi pericoloso. La Juventus spinge ancora, sfiora il gol con Mandzukic e Matuidi e trova il raddoppio al 67’ proprio con l’attaccante croato. Nell’occasione Doveri ha rivisto l’azione dopo il richiamo del VAR e le vibranti proteste del Torino per il contrasto (giudicato regolare) con cui Khedira aveva rubato palla ad Acquah. Mihajlovic, che ha protestato entrando in campo, è stato allontanato dallo stesso Doveri. Nel finale gestione bianconera e 3-0 sfiorato con Higuain. Juventus in semifinale, Torino eliminato.