Regionali di Kata: medaglia di bronzo per Nino Papa

Medaglia di bronzo per Nino Papa alle regionali del campionato italiano di Kata. Le gare si sono svolte domenica 4 febbraio, al Palasport di Melilli, quando si è aperta la nuova stagione agonistica di karate targata FIJLKAM, con la Fase Regionale del Campionato Italiano di Kata, categoria Assoluti (17-35 anni), e il Trofeo Regionale Kata “Città di Melilli”, dedicato alle categorie Esordienti (12-13 anni) e Cadetti (14-15 anni).  Un buon inizio per l’Associazione “Bushido Lascari”, che ha portato a casa il terzo posto nella classifica per Società, grazie al bronzo conquistato dal cefaludese Nino Papa nel Regionale Kata Assoluti. Una gara di alto livello, con numerosi partecipanti (23 atleti) e campioni di interesse nazionale ed europeo, come Alessandro Cricco, vincitore della finale. Nino, ritrovato lo smalto che ha contraddistinto la sua carriera sportiva, passa i primi turni con grinta e convinzione, fermandosi in semifinale contro Pietro Lisi, ma vincendo nettamente la finale per il terzo posto, che gli ha garantito la qualificazione al Campionato Italiano, in programma il prossimo 24 febbraio al PalaPellicone di Ostia Lido.

Nella categoria femminile, Sabrina Pisa, nonostante una buona prova, perde di misura contro una brava atleta, portandosi a casa comunque un’esperienza positiva che le servirà da sprone per le prossime gare.  A seguire, il Trofeo di Kata, che ha visto impegnati Gioele Pantaleo, arrivato settimo, e Maurizio Noto, al suo esordio. Entrambi hanno espresso al meglio le loro potenzialità, mostrandosi molto competitivi agli occhi degli avversari di livello veramente elevato, nonostante la giovane età.

Alla fine della giornata, il loro maestro Stefano Pernice ha commentato: “Aldilà dei risultati, che non sempre rendono pieno merito all’ottima prova dei ragazzi, desidero esprimere un sincero complimento per l’ottima gestione della gara da parte di tutti i presenti. Ciò dimostra che i ragazzi possono imparare ad affrontare al meglio le sfide che si pongono loro davanti… in gara, così come nella vita di tutti i giorni, e le affronteranno con grinta, dando il loro massimo e accettando con maturità il risultato. Rinnovo di nuovo i complimenti a Nino, che con il suo ottimo risultato, in una pool difficile, ha dimostrato in primis a se stesso il suo valore agonistico”.