Cefalunews

Dio non è morto

Si può chiamare vita
gli anni passati
nell’attesa infinita
di un Tuo segno?
E continuo a pregare
senza dormire
e crollare d’amore
nel cuore delle mie notti
trascorse a lenire
il mio strazio e il mio sconforto
Tu che sei il più celebre
tra tutti gli uomini fattisi in terra
aiutaci a ritrovare la nostra fede
E intanto rimango qua
col cuore impietrito di dolore
ad aspettare
.
Cesare Moceo destrierodoc @
Tutti i diritti riservati
Foto di Cinzia Marsala


Related posts

Uomo

Cesare Moceo

Gli alberi del mio passato

Cesare Moceo

I miei pensieri

Cesare Moceo

Io, vittima di Hikikomori (dicembre 2016)

Cesare Moceo

Chiedo al mondo di lasciare stare i capolavori

Cesare Moceo

CESARE E CETTINA

Cesare Moceo