Il Real Cefalù si avvicina alla serie A2, battuto 4-2 il Cataforio

Dopo il brusco stop di Grassano il Real Cefalù era chiamato al riscatto per non rischiare di vedere sfumato l’obiettivo stagionale, la promozione in A2. Di fronte ai leoni cefaludesi di fronte ad un pubblico straordinario, il Cataforio reduce dalla vittoria per 4-1 nel derby reggino contro la Polisportiva Futura che gli ha consentito la permanenza in B e che nonostante questo si è battuto lealmente senza risparmiarsi.

I primi minuti della partita vede delle timide iniziative da parte dei padroni di casa che vanno al tiro con Rafinha, Lopez e con un tiro da posizione defilata di Guerra con la palla che finisce a pochi centimetri dal secondo palo avversario. Il risultato resta fisso sullo 0-0 e viene sbloccato al minuto 11 da Modafferi che porta gli ospiti in vantaggio. Il Real Cefalù ha carattere e reagisce immediatamente con Coco che manda di poco fuori. Ci riprova di nuovo Coco al minuto 16, tentativo che va a segno e riporta la partita in parità. Neanche il tempo di finire i festeggiamenti sugli spalti che Rafinha infila Parisi, rimonta completata. A pochi secondi dalla sirena finale Atkinson, portiere di movimento avversario, sbaglia un passaggio che viene ribattuto da Coco con il pallone che si indirizza verso la porta sguarnita degli avversari e che esce per un soffio.

Il Secondo tempo è aperto dal 3-1 firmato ancora da Coco a cui gli avversari rispondono un minuto dopo con Atkinson che sugli sviluppi di un calcio d’angolo accorcia le distanze per i reggini. Il Real prende il pallino del gioco, i giocatori sanno che questi tre punti sono troppo importanti per il destino del campionato e vogliono chiudere la pratica nel più breve tempo possibile. Lopez si rende pericoloso per due volte nel giro di pochi secondi, dall’altra parte gli ospiti non vogliono sfigurare di fronte alla capolista e sfiorano il gol con Cilione. Blanco colpisce un palo verso la metà della frazione e Guerra, servito magistralmente da Coco ha tutto il tempo per battere a rete un pallone che dichiara di fatto chiusa la partita a 5 minuti dalla sirena finale. Un 4-2 finale che presenta i cefaludesi davanti la porta della serie A2, il prossimo passo sarà aprirla facendo risultato il prossimo 7 aprile a Reggio Calabria contro il Polisportiva Futura. Se ne va sconfitto un Cataforio che ha estratto dal proprio repertorio una prestazione eccellente e che non ha lasciato nulla agli avversari.

Real Cefalù: Rinicella, Guerra, Varco, Di Maria, Cirrincione, Mantia, Coco, Rafinha, Blanco, Montefalcone, Lopez, Siragusa. Coach Castellana.

Cataforio: Aquilino, Ienari, Labate, Scopelliti, Cilione, Giriolo, Palumbo, Atkionson, Modafferi, Parisi, Jener, Attinà. Coach Praticò

Reti: Modafferi 11’pt. (C), Coco 16’pt. e 1’st. (R), Atkinson 2’st. (C), Guerra 15’st. (R).

Giacomo Lombardo
Addetto stampa Real Cefalù