Cefalù: quei “putiara” di santa Nicola in via Spinuzza

Pasquale Urnisi nasce a Cefalù nel 1875. Figlio di contadini, sin da piccolo, aiutava il papà in campagna. All’età di 25 anni sposa Maria Grazia Piraro. Per migliorare le condizioni economiche emigra in America con la moglie. Qui apre una locanda-trattoria che era frequentata da  emigrati italiani. In America la coppia viene allietata dalla nascita di tre figli: Rosa, Rosario e Federico. La situazione economica della famiglia Urnisi stava raggiungendo ottimi livelli quando la mamma di Maria Grazia si ammala e lei ritorna nella sua Cefalù per accudirla. Pasquale Urnisi rimane solo in America ma gestire la locanda lontano dalla famiglia non lo rende felice. Decide di ritornare nella sua amata Cefalù e stare con la sua bella famiglia. Vende la Locanda-trattoria americana e con il ricavato  compra un edificio in Via Spinuzza di fronte la Chiesa di S. Nicola. A Cefalù nascono altri tre figli: Salvatore, Joe e Pasquale (come il papà).

I figli aiutano Pasquale a coltivare le loro terra ma crescendo si sposano e ritornano in America. Pasquale junior rimane a Cefalù ed all’età di 25 anni, nel 1956, sposa Concetta Rinaudo una ragazza ifalutana , figlia di Andrea e Giuseppa Culotta. Dalla loro unione nascono tre figli: Salvatore, Andrea e Maria Grazia. Pasquale Urnisi e Concetta Rinaudo alla morte del papà ereditano la casa di Via Spinuzza con i magazzini annessi e decidono di avviare per conto proprio un’attività di generi alimentari. Il negozio, “a putia”,  era gestito soprattutto da Concetta.

Oggi Concetta Rinaudo ottantottenne ricorda che tutti andavano nel suo negozio per comprare il formaggio che le era fornito da un produttore di Polizzi Generosa.  “Era il miglior formaggio che si vendeva a Cefalù – dice – oggi il formaggio che si compra non è per niente di qualità”. Con il passare degli anni Pasquale e Concetta incrementano il loro negozio vendendo oltre i formaggi e le derrate alimentari anche detersivi, prodotti per la casa, gelati. La “putia di Urnisi”, com’era chiamata dai cifalutani, diventò un piccolo minimarket dentro le mura di Cefalù. Concetta e Pasquale continuano l’attività fino al 1997. Pasquale muore nel 2014 all’età di 90 anni.

foto a sx- 1900 Capostipite Pasquale Urnisi in Louisiana- foto a dx : 1900 1900 Pasquale Urnisi la moglie Maria Grazia ed i figli Salvatore e Rosa
1956 Cattedrale di Cefalù Concetta Rinaudo e papà Andrea
1956 Cattedrale di Cefalù – Il giovane Pasquale Urnisi sposa Concetta Rinaudo
1956 Matrimonio Pasquale Urnisi e Concetta Rinaudo
1956 Cattedrale di Cefalù- matrimonio Pasquale Urnisi e Concetta Rinaudo
1956 Concetta Rinaudo sposa il giovane Pasquale Urnisi – a dx il sacrestano Saro petarra , a sx aiuto sacrestano Vincenzo
1956 Pasquale sposa Concetta
1956 Pasquale e Concetta sposi
Pasquale e Concetta già spos in posa dal fotografo
1956 Via Umberto I funerale di papà Pasquale Urnisi morto dieci giorni prima del matrimonio del figlio Pasquale
Pasquale e Concetta con i figli Salvatore ed Andrea nella loro “putia” in Via Spinuzza di fronte la chiesa di Santa Nicola
Pasquale- Concetta e la figlia Maria Grazia nella loro “putia” di Via Spinuzza
1975 da dx Pasquale Urnisi, con la moglie Concetta ed i figli Andrea, Salvatore e Maria Grazia,festeggiano il compleanno di mamma Maria Grazia morta all’età di 101 anni
1975: Santa Lucia Pasquale con la piccola figlia Maria Grazia
1980 Pasquale Urnisi davanti alla sua “putia” a Santa Nicola in Via Spinuzza
Concetta nella “putia”, diventata un mini market.
2008 Pasquale Urnisi
– Pasquale Urnisi con uno dei nipotini