Termini Imerese: un comitato spontaneo per il centenario della morte di Giuseppe Patiri

Nasce a Termini Imerese il comitato spontaneo per le celebrazioni del centenario della morte di Giuseppe Patiri (1846 – 1917) noto paletnologo, etnologo e studioso della storia termitana. Il suo nome è legato anche alla manifestazione del Carnevale di Termini Imerese, “uno dei più antichi d’Italia”, mediante quattro ricevute di pagamento rilasciategli dall’originaria “Società del Carnovale” di Termini Imerese nell’anno 1876. Il neonato comitato, si prefigge non soltanto di promuovere iniziative storico-culturali inerenti alle attività carnascialesche ma soprattutto, far conoscere e valorizzare la figura di questo illustre personaggio, uno dei figli migliori che certamente ha dato lustro alla città di Termini Imerese, in particolar modo nel campo dell’etnoantropologia. Il Patiri ebbe corrispondenze epistolari con gli illustri demologi siciliani: Giuseppe Pitrè e Salvatore Salomone Marino, personaggi fondamentali e determinanti per la nascita e l’affermazione dell’etnografia e della storia delle tradizioni popolari. Nello spirito delle sue iniziative il comitato farà da supporto alle manifestazioni carnascialesche organizzate in quel periodo nella cittadina imerese organizzando altresì, dibattiti, conferenze, mostre e seminari. «La città di Termini Imerese, oggi più che mai, deve necessariamente puntare sulla valorizzazione del suo patrimonio artistico, culturale ed antropologico, se veramente intende ritornare ad essere la civitas di un tempo nota alla storia – dichiara Giuseppe Catalano, portavoce del comitato spontaneo – In tal senso ecco spiegato l’inizio della nostra mission: attribuire ad un termitano la giusta memoria e il lustro che merita».

Breve storia su Giuseppe Patiri – De Luca (1846-1917)

Quest’anno ricorre il 100° anniversario della morte di Giuseppe Patiri (1846-1917) paletnologo, etnologo e studioso di storia locale, nacque a Termini Imerese, figlio di Don Rocco Patiri e Donna Mattea De Luca, appartenne a un’agiata famiglia del locale patriziato urbano. Insieme al sac. Carmelo Palumbo e con il prof. Saverio Ciofalo avviò le prime indagini sulla preistoria del territorio imerese. Eseguì scavi e ricognizioni in diverse grotte del termitano e del suo circondario, ricevendo consensi da parte del prof. Georg August Schweinfurth, celebre paletnologo tedesco. Nel campo dell’etnoantropologia termitana il Patiri ebbe corrispondenze epistolari con i demologi Giuseppe Pitrè e Salvatore Salomone Marino. Collaborò con diversi giornali, fu socio della Società Siciliana per la Storia Patria e vasta fu la sua produzione scientifica. Il nome di Giuseppe Patiri è legato anche alla manifestazione del Carnevale di Termini Imerese, uno dei più antichi carnevali d’Italia, tramite quattro ricevute di pagamento di lire “una” rilasciategli rispettivamente nei mesi di gennaio, febbraio, marzo, aprile e maggio dell’anno 1876, dall’originaria “Società del Carnovale” di Termini Imerese.

Giuseppe Longo

 

Ufficio stampa
Giuseppe Longo (Tessera n.145832)
3296142401 – giuseppelongoredazione@gmail.com
Mario Catalano (Tessera n. 165125)
3899963111 – catalanom1991@gmail.com