Differenziata: la Regione premia i 108 comuni virtuosi

La Regione siciliana premia i comuni virtuosi della raccolta differenziata. “Premiamo i Comuni siciliani che rappresentano un modello di riferimento per la raccolta differenziata, anche nella speranza che possa essere da stimolo per tutte le altre amministrazioni che fanno precipitare l’Isola all’ultimo posto in Italia”. Lo afferma il presidente della Regione, Nello Musumeci, in vista della consegna dei riconoscimenti agli enti locali virtuosi per il riciclo dei rifiuti, consegna che si svolgerà domani, a partire dalle ore 10.30, al Centro fieristico ‘Le Ciminiere’ di Catania.

A ricevere il riconoscimento i trentasette Comuni che hanno superato la soglia del 65% di raccolta minima prevista per legge (nel 2016 erano ventitré) e gli altri settantuno quelli che si attestano tra il 50% e il 65% (nel 2016 erano cinquantuno). Altre amministrazioni riceveranno una menzione speciale perché raggiungono alte performance dovute all’avvio della raccolta ‘porta a porta’.

Sono venti i comuni virtuosi nella differenziata nel Palermitano. In cinque hanno superato la soglia del 65% di raccolta minima prevista per legge: Giardinello (77,77%); Giuliana (75,45%); Camporeale (67,65%); Cinisi (67,11); Montelepre (66,77%).

Ci sono poi altri quindici comuni che si attestano su una soglia di raccolta tra il 50% e il 65%: Prizzi (64,57%); Bisacquino (62,78%); Pollina (62,56%); Campofelice (61,01%); Balestrate (60,73%); San Giuseppe Jato (59,48%); Piana degli albanesi (58,94%); Marineo (57,91%); Aliminusa (56,23%); Chiusa (56,08%); Isnello (55,18%); Montemaggiore Belsito (55,17%); Terrasini (53,38%); Castelbuono (53,32%); Villafrati (53,12%).