Spagna, arbitro ruba negli spogliatoi: condannato

Il tribunale di Xinzio de Lima ha condannato José Alberto A. M, ufficiale della Guardia Civil, che ha approfittato del suo ruolo di arbitro del “Campionato Veterani” per sottrarre denaro ai calciatori in ben cinque città spagnole (Cea, Cartelle, Sarreaus, A Peroxa e San Cibrao das Viñas). Tra i mesi di maggio e novembre del 2015, è riuscito a rubare una somma pari a 1.795 euro: atto che, dopo essere stato colto in flagranza di reato, lo ha costretto a presentarsi in aula. I giudici hanno così deciso di condannarlo alla restituzione di tutta la refurtiva sottratta ai giocatori oltre che ad un’ammenda di 2.160 euro. La somma gli eviterà i 9 mesi di reclusione previsti dalla legge spagnola. In ogni caso, nonostante sia stato colto nell’atto di sottrarre denaro dallo spogliatoio dei calciatori, l’arbitro non è stato squalificato dalla Federazione e per questo motivo potrà continuare ad arbitrare. Ovviamente, le squadre da lui dirette prenderanno sicuri provvedimenti, magari chiudendo a chiave quegli spogliatoi che José Alberto A. M. amava perlustrare prima di scendere in campo e dirigere i match del campionato Veterani.