Felicità Parma, sconforto Frosinone. Vince il Palermo

I ducali chiudono la regular season della Serie B ConTe.it espugnando il campo dello Spezia (0-2) e ringraziano il Foggia, che ferma il Frosinone sul 2-2 allo Stirpe. Ducali al secondo posto e che volano direttamente in Serie A, insieme al già promosso Empoli, ciociari costretti a passare per i playoff. Al Picco la formazione di D’Aversa compie il proprio dovere: apre le marcature al 10′ Ceravolo, raddoppia al 61′ Ciciretti. Ma il gol decisivo lo firma all’89’ Floriano, che decide il pareggio dei pugliesi in casa del Frosinone. Il Foggia si porta in vantaggio con Mazzeo al 35′, i padroni di casa rimontano con Paganini (68′) e l’autorete di Rubin (74′) prima che il numero 27 di Stroppa geli la squadra di Longo. In alto, chiude con un’altra vittoria l’Empoli, che regola 2-1 il Perugia guidato in panchina per la prima volta da Alessandro Nesta: le cose sembrano mettersi bene per gli umbri a segno dopo 2 minuti con Di Carmine ma i toscani di Andreazzoli rimontano con Pasqual (43′) e Donnarumma (63′). Grifone che va comunque ai playoff. Vince anche il Palermo di Stellone, che passa in casa di una Salernitana già salva 2-0 e chiude il suo campionato al quarto posto con tanti rimpianti: apre Chochev al 45′, chiude La Gumina a quattro minuti dalla fine. Siciliani a quota 71, a +1 da Parma e Frosinone. Quinto posto per il Venezia di Pippo Inzaghi, che non va oltre lo 0-0 con il Pescara e si regala la sfida nel turno preliminare con il Perugia. Gli abruzzesi mettono in tasca il punto della tranquillità. I lagunari neopromossi vanno a 67 punti e sono agganciati dal Bari, che si impone 2-0 al San Nicola sul Carpi grazie ai gol di Galano (27′) e Brienza (45′). Con lo stesso risultato il Cittadella batte il già retrocesso Pro Vercelli: al Tombolato decidono nella ripresa il rigore di Kouamè e la rete di Bartomei. Proprio pugliesi e veneti si affronteranno nel primo turno playoff. Chiude con un successo che blinda la sua permanenza tra i cadetti il Cesena, cui basta l’autogol di Renzetti per superare la Cremonese (1-0). L’Avellino passa in casa della già condannata Ternana Unicusano (1-2), rimontando con Ardemagni e Castaldo l’iniziale vantaggio degli umbri firmato Signori e conquista la salvezza. Reti inviolate tra Ascoli e Brescia, con i marchigiani che si giocheranno la permanenza tra i cadetti nei playout con la Virtus Entella: i liguri sbancano Novara con la rete, pesantissima, di Crimi al 68′ e condannano i piemontesi alla discesa in Serie C dopo tre stagioni.

Nella foto La Presse l’esultanza dei giocatori del Parma.