Vince il Napoli

Il Napoli si aggiudica il posticipo serale superando la Lazio 2 – 1 al termine di una partita spettacolare, dove oltre ai tre gol si vedono anche quattro legni, tutti colpiti dai padroni di casa. Gli azzurri si riportano così a 6 punti dalla capolista Juventus, impegnata domani sera contro il ChievoVerona. Ad aprire la danza delle emozioni comincia la Lazio con un colpo di testa ravvicinato di Milinkovic che impegna severamente Meret. Scampato il pericolo iniziale la squadra di Ancelotti prende in mano la partita e costringe la Lazio sulla difensiva per tutto il primo tempo. Milik colpisce due pali, il primo dopo una splendida girata al volo di sinistro. Poco dopo la mezz’ora l’uno-due del Napoli che atterra la Lazio. Al 34′ Callejon trova il suo primo gol stagionale in campionato con un perfetto inserimento su assist di Mertens. Al 37′ Milik calcia magistralmente una punizione che non lasci scampo al portiere. Nella ripresa la Lazio si vede un pò di più, ma il Napoli prende altri due pali, uno con una sventola di sinistro di Ruiz, l’ultimo, il quarto della partita, con un colpo di testa di Callejon. Al 65′ Immobile riapre la gara finalizzando al meglio l’assist di Correa, ma dopo cinque minuti Acerbi lascia i suoi in dieci, vanificando i propositi di rimonta.

SPETTACOLARE 3 – 3 AL FRANCHI
Incredibile pareggio ricco di emozioni al Franchi tra Fiorentina e Sampdoria. Finisce 3 -3 con doppiette per Muriel, al debutto in campionato con i viola, e Quagliarella, che raggiunge Ronaldo e Zapata a 14 gol. La gara si apre con la prima rete di Muriel che al 34′ fa tutto da solo prima di superare Audero in uscita. Prima dello scadere pareggia Ramirez con una punizione perfetta che non lascia scampo a Lafont. Nella ripresa Muriel supera sè stesso partendo sulla propria trequarti per andare a infilare il portiere in diagonale dopo aver seminato tre difensori doriani. Il centravanti colombiano non ha fatto però i conti con Quagliarella, che prima pareggia su rigore all’81’, e poi porta in vantaggio gli ospiti all’85’ con una classica azione da centravanti di sfondamento. Quando tutto sembra propendere per la vittoria dei blucerchiati arriva capitan Pezzella, in scivolata sul secondo palo, ad evitare una sconfitta che per i suoi sarebbe stata immeritata, calcolando anche che la formazione di Pioli ha giocato in 10 più di un tempo per l’espulsione al 39′ di Fernandes. In classifica le due formazioni restano tra le prime inseguitrici alla zona Europa League, non lontane dal quarto posto al momento occupato dalla Roma.