Lillo: il bagnino del Golden Beach apprezzato dai bagnanti per prontezza e gentilezza

Lillo Scorsone, secondogenito di due figli, nasce a Cefalù il 26 settembre 1954 da Pietro e Rosa Catanese. Il papà Pietro faceva il pescatore e nei periodi estivi degli anni ’50 faceva il bagnino nelle Colonie che erano nelle Suore della croce di Cefalù. Lillo da ragazzino andava con il padre a pesca di pesce spada ed “o cianciollo” (pesca di sarde e acciughe) e d’inverno faceva il carpentiere. All’età di 19 anni parte per la leva militare all’aereonautica di Marsala e gli assegnano la mansione di bagnino. Dopo la leva militare continua a fare il bagnino per 7 anni a Lampedusa e poi per 23 anni farà il bagnino a Cefalù: all’ Hotel Calura, al Coast House e alle Calette. Dal 2004 lavora al lido Golden Beach sul lungomare di Cefalù. Tantissimi sono stati i salvataggi effettuati da Lillo Scorsone e ce ne racconta qualcuno. 

Ricorda di un turista russo che era alto quasi due metri. Si trovò in difficoltà e con fatica Lillo aiutandosi con la corda lo raggiunge, lo porta in salvo lo rianima e quando lo affida al 118, il turista russo era fuori pericolo. Un giorno d’estate alle 6 di mattina, Lillo vide una signora a testa in giù in acqua e senza esitare si tuffa, la porta sulla battigia la mette in posizione tale da farla vomitare e permetterle di respirare, le fa anche il massaggio cardiaco e la rianimazione con la mascherina. Con grande stupore Lillo capì che la signora era ubriaca. All’arrivo del 118 la signora era già fuori pericolo. Un altro episodio della lunga storia di salvataggi di Lillo racconta che un ragazzo col windsurf non poteva rientrare in spiaggia e Lillo con prontezza prende la canoa olimpica e raggiunge il ragazzo portandolo in salvo. Ed ancora un giorno un pedalò si ribalta e le 4 persone che erano a bordo rimasero intrappolate sotto. Lillo con l’amico Davide soccorrono i malcapitati. Un giorno, invece, un bambino di 11 anni si butta con la tavola ma la corrente lo porta lontano, prontamente il nostro bagnino lo raggiunge e lo porta a riva. Il padre del ragazzino vedendo il figlio a terra e Lillo che butta la tavola, non capendo cosa stesse succedendo si avventa contro Lillo dandogli un pugno in faccia. Successe un po’ di baraonda, i bagnanti che erano sul posto presero le difese del bagnino e si avventarono sul padre.  

Lillo Scorsone ancora oggi lavora al Golden Beach ed è molto apprezzato da turisti e bagnanti Cefaludesi per la sua prontezza, la sua gentilezza e la sua quasi maniacale pulizia del lido e degli attrezzi. 

Pubblichiamo su cefalunews una sezione per far conoscere i bagnini cefaludesi che hanno operato ed in alcuni casi operano ancora a Cefalù. L’idea di raccogliere le loro biografie è del Kefablog, l’iniziativa nata per far conoscere Cefalù, finanziata con 1.800 euro di borse di studio costituite dagli emigrati cefaludesi che fanno parte dell’associazione Cefaludesi nel mondo. Ai partecipanti è stato chiesto di pubblicare la biografia di un bagnino che ha operato o opera a Cefalù. Le biografie saranno lette da una giuria di emigrati cefaludesi che attribuiranno dei punteggi ai partecipanti. Alla fine della gara al vincitore andrà una borsa di studio di trecento euro. (Biografia a cura di Alessio Culotta)