Investe e uccide due donne: automobilista condannato a otto anni di carcere

Otto anni di carcere al pirata della strada che la sera dell’11 maggio scorso travolse e uccise due donne in via Fichidindia e scappò senza soccorrerle. Il gup Roberto Riggio ha condannato a otto anni di carcere Emanuele Pelli, il 35enne che correva ad 108 km/h con la sua Fiat Punto quando ha colpito Angela Merenda, 43 anni, e la madre Anna Maria La Mantia. Dal giudice ha avuto lo sconto di un terzo della pena per il rito abbreviato per omicidio stradale e omissione di soccorso.

Quella sera la madre è morta subito, mentre la figlia è deceduta poco dopo il ricovero in ospedale.
Le due donne stavano tornando a casa quando Pelli le ha travolte a tutta velocità. In aula l’automobilista ha sostenuto di essere fuggito perché nel panico. La sua fuga è durata poche ore, già la mattina successiva era in custodia nella caserma dei carabinieri.