Realtime blog trackingRealtime Web Statistics Lina Wertmuller: ad Hollywood Premio alla Carriera
Cefalunews

Lina Wertmuller: ad Hollywood Premio alla Carriera

Nella recente edizione il festival di Cannes le ha dedicato un doveroso riconoscimento attraverso la versione del film Pasqualino Settebellezze restaurata dalla Cineteca nazionale, ora l’account ufficiale dell’Academy of Motion Picture Arts & Sciences, tramite un tweet, ha annunciato che il prossimo 27 ottobre, durante gli XI Annual Governors Awards di Hollywood, verrà insignita della statuetta simbolo del premio maggiormente ambito nel mondo del cinema, il Premio alla Carriera.

Appuntamento ad Hollywood per un nuovo premio alla straordinaria carriera di Lina Wertmuller

E’ senza dubbio un anno di gioie e consacrazioni per Lina Wertmuller, novantenne regista italiana, nota per essere stata la prima donna candidata all’Oscar nella sezione dedicata alla migliore regia nella cerimonia del 1977 con il celebre film sopra citato. Questa prestigiosa nomination non fu di certo l’unico primato di cui Arcangela Felice Assunta Wertmuller von Elgg Spanol von Braueich può farsi vanto, precorritrice assoluta durante la sua gloriosa carriera cinematografica. I tributi che le sono giunti a seguito della notizia da attori del calibro di Leonardo di Caprio o Giancarlo Giannini (suo interprete prediletto) sono soltanto una conferma ulteriore della stima che i professionisti del settore nutrono per lei. Soltanto altre quattro colleghe sono riuscite ed emularne la candidatura negli anni a seguire, si tratta di Jane Campion, Sofia Coppola, Greta Gerwig e Kathryn Bigelow, e solo quest’ultima era riuscita finora ad aggiudicarsi la vittoria finale.

Quest’anno invece sarà affiancata in questa premiazione da altri tre artisti annunciati simultaneamente: Geena Davis, David Lynch e Wes Studi, capaci insieme a lei (come recita il tweet ufficiale) di “trasformare l’industria del cinema”. Un oscar alla carriera quindi che porta a compimento una vita ricca di soddisfazioni e gratificazioni, in cui il suo talento, la sua abnegazione e la sua amabilità le hanno permesso di raggiungere traguardi eccezionali. Un riconoscimento ulteriore che è stato da lei accolto come “un’emozione forte, un misto di sorpresa, felicità e gratitudine”.